I fatti non costituivano reato o non sussistevano: nel processo di Mantova per doping assolta la Lampre, Saronni e tutti i corridori, da Ballan a Cunego

Di GIANCARLO COSTA ,

Lampre Merida Team Logo
Lampre Merida Team Logo

Ci sono voluti 7 anni ma alla fine il processo con le accuse di doping all'unica squadra italiana Pro Tour di ciclismo, la Lampre Merida, ai suoi dirigenti con in testa Giuseppe Saronni e ai corridori, tra cui l'ex-Campione del Mondo Alessandro Ballan e il vincitore di un Giro d'Italia Damiano Cunego, si è conclusa con l'assoluzione di tutti i protagonisti della squadra di ciclismo professionistico.

Questo il comunicato ufficiale della squadra Lampre:

“La dirigenza della squadra e Giuseppe Saronni, anch’egli assolto con formula piena, tengono a sottolineare l’oggettività del giudizio e a ringraziare:

– i legali di fiducia Federico e Marco Cecconi, oltre ai periti di parte

– i collaboratori e dipendenti di un tempo e contemporanei che hanno condiviso il delicato  periodo, vedendo addirittura messo a repentaglio il proprio posto di lavoro

– tutti colori che hanno sostenuto la squadra e le persone coinvolte nel processo, mostrando sempre una fiducia intaccabile: partner, sostenitori e sponsor, con in prima fila l’azienda Lampre e la famiglia Galbusera, alla quale va il ringraziamento più grande per la concreta vicinanza mostrata in ogni momento

La gratitudine viene espressa per la conduzione del processo in ogni sua fase, per l’onestà intellettuale palesata e per il sostegno a vario titolo manifestato nel corso del travagliato cammino giunto finalmente alla felice e auspicata conclusione grazie all’operato della giustizia ordinaria, arrivata a giudizio prima della malaugurata ipotesi della prescrizione dei termini.

Il Tribunale di Mantova rende così giustizia a una squadra attiva nel mondo del ciclismo da quasi un quarto di secolo, ben al di sopra degli stolti e reiterati tentativi di strumentalizzazione che nel tempo hanno reso ancor più difficoltoso il cammino nel World Tour.”

  • Giornalista pubblicista dal 2004. Direttore responsabile della testata Sport Communities per i siti outdoorpassion.it runningpassion.it snowpassion.it mtbpassion.it dal 2009 al 2015. Proprietario, responsabile editoriale e autore di outdoorpassion.it, runningpassion.it, snowpassion.it, bici.tv dal 2016. Collaboratore della rivista SNOWBOARDER MAGAZINE dal 1996 al 1999 per la realizzazione di articoli sul backcountry, cioè snowboard­alpinismo. Collaboratore della rivista ON BOARD nel 2000 per realizzazione di articoli sul backcountry Responsabile tecnico della rivista BACKCOUNTRY nel 2001. Responsabile tecnico della rivista MONTAGNARD dal 2002, Giornalista Pubblicista dal 2004 Autore, Responsabile Tecnico e Proprietario della rivista MONTAGNARD FREE PRESS dal 2004 al 2006. Collaboratore della rivista MADE FOR SPORT (DOGMA srl) nel 2006. Collaboratore della rivista ALP da 2007 al 2010. Collaboratore del sito www.snowboardplanet.it nel 2007. Facebook: Giancarlo Costa



Può interessarti