Esteban Chaves trionfa nel Giro dell'Emilia, 4° Fabio Aru

Di GIANCARLO COSTA ,

Il colombiano Esteban Chaves vincitore del Giro dell'Emilia (foto cyclingnews)
Il colombiano Esteban Chaves vincitore del Giro dell'Emilia (foto cyclingnews)

Giro dell'Emilia con 220 km da percorrere e 1800 metri di dislivello da salire e scendere, con i 5 giri finali della “Salita del San Luca” a Bologna, con punte del 15%, un finale selettivo che ha fatto la differenza anche tra gli scalatori, comè si vedrà dalla classifica finale. C'è la solita fuga da lontano di 8 corridori, con gente tosta come De Marchi e il francese Latour che sono gli ultimi a mollare, con un minuto di vantaggio all'ultimo giro, con il gruppo che riesce a chiudere grazie alle tirate dell'Astana con Rosa e Scarponi e della Cannondale con Formolo e Moser.

Nell'ultima salita sul San Luca c'è poco spazio per i comprimari e gli scalatori impongono la loro legge. I quattro più forti del gruppo si danno battaglia, innascata da Aru, con Uran, Bardet e Chaves che non lo mollano e nel punto più duro scatta Chaves e fa il vuoto. Dopo una grande Vuelta vince il colombiano Esteban Chaves dell'Orica BikeExchange in 5h27'28”, secondo al Giro e terzo alla Vuelta, 2° il francese Romain Bardet a 2” sul secondo gradino del podio anche al Tour, 3° Rigoberto Uran a 3” e 4° Fabio Aru anche lui a 3”. Un quartetto di campioni con la top ten completata da grandi corridori come Jan Bakelants 5°, Rodolfo Torres 6°, Jonathan Hivert 7°, Diego Ulissi 8°, Davide Villella 9° e Moreno Moser 10°.

  • Giornalista pubblicista dal 2004. Direttore responsabile della testata Sport Communities per i siti outdoorpassion.it runningpassion.it snowpassion.it mtbpassion.it dal 2009 al 2015. Proprietario, responsabile editoriale e autore di outdoorpassion.it, runningpassion.it, snowpassion.it, bici.tv dal 2016. Collaboratore della rivista SNOWBOARDER MAGAZINE dal 1996 al 1999 per la realizzazione di articoli sul backcountry, cioè snowboard­alpinismo. Collaboratore della rivista ON BOARD nel 2000 per realizzazione di articoli sul backcountry Responsabile tecnico della rivista BACKCOUNTRY nel 2001. Responsabile tecnico della rivista MONTAGNARD dal 2002, Giornalista Pubblicista dal 2004 Autore, Responsabile Tecnico e Proprietario della rivista MONTAGNARD FREE PRESS dal 2004 al 2006. Collaboratore della rivista MADE FOR SPORT (DOGMA srl) nel 2006. Collaboratore della rivista ALP da 2007 al 2010. Collaboratore del sito www.snowboardplanet.it nel 2007. Facebook: Giancarlo Costa



Può interessarti