Downhill Coppa del Mondo in Val di Sole: Loris Revelli vince tra gli junior, l'americano Gwin tra i Senior e l'inglese Atherton tra le donne

Di GIANCARLO COSTA ,

I festeggiamenti per Loris Revelli dopo la vittoria in Val di Sole (foto federciclismo.it)
I festeggiamenti per Loris Revelli dopo la vittoria in Val di Sole (foto federciclismo.it)

L’ultima prova di Coppa del Mondo in Valdisole regala un sorriso all’Italia del downhill. Loris Revelli, 17enne sanremese che gareggia per l’Argentina Bike DeVinci, culmina la sua scalata ai vertici mondiali vincendo tra gli juniores. Per il pilota ligure si tratta della conferma di un talento che quest’anno si era già messo in luce nella Coppa del Mondo e in campo internazionale, con diversi piazzamenti importanti (tra tutti il quarto posto a Fort William) e per la discesa azzurra di una grande iniezione di fiducia in vista degli imminenti Campionati del mondo ad Andorra.

Proprio l’evento iridato si appresta a fare da convitato di pietra di questa splendida edizione della Coppa del Mondo in Valdisole, atto conclusivo delle diverse challange di specialità (XCO e DH) a conferma di un impegno organizzativo secondo solo ad una rassegna iridata. E gli organizzatori trentini hanno sfruttato la ribalta regalata dall'appuntamento per presentare il progetto che vedrà impegnati i comuni della splendida valle anche per i prossimi anni. L’occasione è stata una conferenza stampa organizzata durante queste finali di Coppa del Mondo, che vedono la presenza di mille bikers di 30 nazioni e di 200 giornalisti specializzati.

Dal 6 all’11 settembre 2016, infatti, la Val di Sole ospiterà per la seconda volta i Campionati del Mondo Mountain Bike UCI dedicati alle discipline Downhill, Trials e Four-Cross. L’evento vuol rappresentare l’inizio di un nuovo percorso che punta a rendere la Val di Sole, con i suoi 14 Comuni e le valli di Peio e Rabbi, un unico grande paradiso della mountain bike con oltre 300 km di tracciati, in parte già esistenti, a disposizione sia dei superspecialisti sia dei semplici turisti, che potranno scoprire le bellezze di questa valle in sella alla loro bici.

Il progetto riguarda il triennio 2015-2016-2017 (con due tappe di Coppa del Mondo e la rassegna iridata) ed è stato illustrato alla stampa internazionale dal presidente del Comitato Esecutivo Aldo Bordati con il responsabile tecnico Sergio Battistini, dal presidente dell’Apt Luciano Rizzi, dal presidente della Federazione ciclistica italiana Renato di Rocco e dall’assessore allo Sport del Trentino Tiziano Mellarini, in rappresentanza anche del collega al Turismo e residente del C.O, Michele Dallapiccola.

Il successo odierno di Revelli, quindi, condito anche dall’ottimo sesto posto questa mattina di Giovanni Pozzoni nel Mondiale 4Cross, rappresentano una buona notizia in previsione futura: immediata, se pensiamo all’appuntamento di Andorra tra quindici giorni, e di più ampio respiro se teniamo conto dell’età di Loris.

La giornata dedicata al DH dal punto di vista tecnico non ha regalato grandi sorprese, se si esclude appunto il successo dell’italiano.

Tra gli elite lo statunitense Gwin ha sugellato il suo successo nel challange UCI portandosi a casa anche la prova finale, davanti al francese Bruni e all’australiano Brosnan. Un ordine di arrivo che ha cristallizzato anche la classifica finale conclusiva di questa edizione della Coppa. Primo degli italiani, Gianluca Vernassa, 27°.

Ancora meno incerta la gara femminile, dove la britannica Atherton ha dato un ulteriore saggio della propria forza lasciando ad oltre 2” la francese Nicole e a 6” la connazionale Carpenter, che nella generale la segue a grande distanza su un podio che è tutto britannico. Terza infatti nella classifica finale l’altra anglosassone Seagrave. Da segnalare nella gara in Val di Sole l’ottavo posto dell’italiana Veronika Widmann.

Così l’unica sorpresa di questa giornata dedicata agli spericolati piloti della discesa la regala proprio il nostro Loris, capace di restare sempre tra i primi nelle prove cronometrate e qualificazioni e di chiudere la finale con un 3’44”953 davanti all’irlandese Dickson e al britannico Greenland, che vince la Coppa (Revelli quinto).

Per la cronaca, a conferma del valore anche storico dell’impresa di Revelli, l’ultimo successo italiano in una prova di Coppa del Mondo Downhill risale al 28 giugno 1997 con Corrado Herin, capace poi di vincere anche la classifica generale. Loris quel giorno non era ancora nato.

UOMINI ELITE

1. Gwin Aaron (Usa - Specialized Racing) in 3’31”922

2. Bruni Loic (Fra - Lapierre Gravity Republic) a 1”589

3. Brosnan Troy (Aus - Specialized Racing) a 1”854

4. Macdonald Brook (Nzl - Trek World Racing) a 3”293

5. Bryceland Josh (Gbr) a 4”405

6. Atherton Gee (Gbr - Gt Factory Racing) a 4”515

7. Vergier Loris (Fra - Lapierre Gravity Republic) a 5”386

8. Wallace Mark (Can - Devinci Global Racing) a 5”930

9. Heath Harry (Gbr - Norco Factory Racing) a 6”702

10. Fayolle Alexandre (Fra) a 6”729

27. Vernassa Gianluca (Ita - Ab Devinci Italy) a 10”831

43. Colombo Francesco (Ita - Ab Devinci Italy) a 13”696

46. Caire Carlo (Ita - Ab Devinci Italy) a 14”046

DONNE

1. Atherton Rachel (Gbr - Gt Factory Racing) in 4’08”636

2. Nicole Myriam (Fra - Commencal / Vallnord) a 2”239

3. Carpenter Manon (Gbr - Madison Saracen Factory Team) a 6”444

4. Seagrave Tahnee (Gbr - Fmd Racing) a 11”429

5. Hannah Tracey (Aus - Polygon Ur) a 13”978

6. Siegenthaler Emilie (Sui - Pivot Factory Dh Team) a 16”761

7. Brown Casey (Can - Bergamont Hayes Components Factory Team) a 17”522

8. Widmann Veronika (Ita - Korax/Lapierre/Dirtyteam) a 18”459

9. Charre Morgane (Fra - Solid-Reverse Factory Racing) a 19”770

10. Salazar Palomo Mariana (Esa) a 24”011

11. Farina Eleonora (Ita) a 24”749

UOMINI JUNIORES

1. Revelli Loris (Ita - Ab Devinci Italy) in 3’44”953

2. Dickson Jacob (Irl - Orange Dirt World Team, Xfusion) a 1”214

3. Greenland Laurie (Gbr - Trek World Racing) a 1”826

4. Crimmins Andrew (Aus - Kona Factory Team) a 2”785

5. Laly Thibault (Fra - France) a 4”250

6. Cougoureux Benoit (Fra - Team Les Gets Bikepark) a 4”995

7. Stewart Neil (Gbr - Fmd Racing) a 5”898

8. Marry Kevin (Fra - France) a 7”101

9. Frew Jackson (Aus - Australia) a 8”989

10. Sandri Connor (Nzl - New Zealand) a 9”001

26. Sorrentino Lorenzo (Ita - Italy) a 28”544

CLASSIFICHE FINALI DI CDM DH

ELITE

1. Gwin Aaron (Usa - Specialized Racing) 1329

2. Bruni Loic (Fra - Lapierre Gravity Republic) 1059

3. Brosnan Troy (Aus - Specialized Racing) 1013

4. Minnaar Greg (Rsa) 1006

5. Bryceland Josh (Gbr) 836

57. Colombo Francesco (Ita - Ab Devinci Italy) 167

59. Vernassa Gianluca (Ita - Ab Devinci Italy) 161

84. Caire Carlo (Ita - Ab Devinci Italy) 71

99. Suding Lorenzo (Ita - Exceptio Sport – Commencal) 41

JUNIORES

1. Greenland Laurie (Gbr - Trek World Racing) 320

2. Crimmins Andrew (Aus - Kona Factory Team) 245

3. Dickson Jacob (Irl - Orange Dirt World Team, Xfusion) 168

4. Marin Trillo Alex (Esp - Giant Factory Off-Road Team) 144

5. Revelli Loris (Ita - Ab Devinci Italy) 141

DONNE

1. Atherton Rachel (Gbr - Gt Factory Racing) 1660

2. Carpenter Manon (Gbr - Madison Saracen Factory Team) 1079

3. Seagrave Tahnee (Gbr - Fmd Racing) 986

4. Hannah Tracey (Aus - Polygon Ur) 907

5. Ragot Emmeline (Fra - Ms Mondraker Team) 785

14. Farina Eleonora (Ita) 210

19. Marcellini Alia (Ita - Korax/Lapierre/Dirtyteam) 135

21. Widmann Veronica (Ita) 104

Fonte federciclismo

  • Giornalista pubblicista dal 2004. Direttore responsabile della testata Sport Communities per i siti outdoorpassion.it runningpassion.it snowpassion.it mtbpassion.it dal 2009 al 2015. Proprietario, responsabile editoriale e autore di outdoorpassion.it, runningpassion.it, snowpassion.it, bici.tv dal 2016. Collaboratore della rivista SNOWBOARDER MAGAZINE dal 1996 al 1999 per la realizzazione di articoli sul backcountry, cioè snowboard­alpinismo. Collaboratore della rivista ON BOARD nel 2000 per realizzazione di articoli sul backcountry Responsabile tecnico della rivista BACKCOUNTRY nel 2001. Responsabile tecnico della rivista MONTAGNARD dal 2002, Giornalista Pubblicista dal 2004 Autore, Responsabile Tecnico e Proprietario della rivista MONTAGNARD FREE PRESS dal 2004 al 2006. Collaboratore della rivista MADE FOR SPORT (DOGMA srl) nel 2006. Collaboratore della rivista ALP da 2007 al 2010. Collaboratore del sito www.snowboardplanet.it nel 2007. Facebook: Giancarlo Costa



Può interessarti