Dominio orobico alla Gran Fondo dei Tre Laghi

Di GIANCARLO COSTA ,

L'arrivo della granfondo Giro dei Tre Laghi (foto organizzazione)
L'arrivo della granfondo Giro dei Tre Laghi (foto organizzazione)

Nonostante il tempo poco clemente, che ha ridotto al minimo le iscrizioni dell'ultimo minuto, la Granfondo dei Tre Laghi si conferma su ottimi livelli accogliendo 1100 iscritti di cui in circa 950 hanno preso il via questa mattina. E' stato il bergamasco Oscar Lazzaroni ad imporsi sul percorso lungo della manifestazione. Tra le donne la bergamasca Alice Donadoni. La squadra vincitrice è la Loda Millenium.

E' stato il bergamasco Oscar Lazzaroni ad imporsi alla 15ª Granfondo dei Tre Laghi, in una giornata davvero difficile caratterizzata dal cattivo tempo.

La manifestazione organizzata dal Gs Odolose ha avuto inizio il sabato pomeriggio presso i locali del Municipio, dove è stato possibile ritirare il pacco gadget e il numero dorsale.

Due i percorsi proposti dall'organizzazione: il corto di 100 chilometri con 1300 metri di dislivello ed il lungo di 140 chilometri con 2000 metri di dislivello.

Domenica mattina, nella strada antistante il Municipio, puntuale alle 8.30 con gli ospiti Sonny Colbrelli (Bardiani - CSF) e Marco Frapporti (Androni – Sidermec ), il Presidente dell'AICS Mario Gregorio ha dato il via ai 950 concorrenti partiti ancora con strade molto bagnate, ma con un timido sole che cercava di spuntare tra le nubi.

La gara procede compatta fino al 20° chilometro, dove all'imbocco della salita di Navazzo sono in cinque ad attaccare provando a fare la selezione sul resto del plotone. Al loro inseguimento si lancia un gruppo composto da quindici granfondisti i quali dopo qualche chilometro di inseguimento, rientrano sui cinque attaccanti della prima ora; da questo gruppo usciranno poi i vincitori dei due percorsi.

Il plotoncino dei venti procede compatto e con molta prudenza durante le discese fino al bivio tra il percorso corto e il lungo, dove a causa delle varie scelte di tracciato i partecipanti si dividono.

All'arrivo del percorso lungo si presenterà in solitaria con più di quattro minuti di vantaggio il bergamasco Oscar Lazzaroni, il quale anticipa il bergamasco Antonio Camozzi e il bergamasco Daniele Gualeni giunti in volata a giocarsi il secondo gradino del podio.

Nel percorso corto a disputarsi la vittoria, si presenta sul rettilineo d'arrivo un quintetto, il quale viene regolato dal bergamasco Fabio Fadini, che mette alle sue spalle il bresciano Manuel Cimarolli e il altoatesino Michael Obrist.

Tra le donne, sul percorso lungo, è stata una corsa combattuta, che ha visto la bergamasca Alice Donadoni spuntarla sulle dirette avversarie. Alle sue spalle, in un folto gruppo di partecipanti, si sono presentate nell'ordine sulla linea d'arrivo la piacentina Viviana Brazzo e la trentina Letizia Grottoli.

Sul corto, la vittoria femminile è stata incerta fino alle ultime battute, dove è stata la reggiana Eleonora Calvi a precedere di una manciata di secondi la bresciana Elena Pancari. Sul terzo gradino del podio con circa due minuti di ritardo dalla vincitrice si presenta sul rettilineo d'arrivo la bresciana Silvia Porcini.

«Nonostante il cattivo tempo sono contento di come sia andata la manifestazione – sono le parole di Andrea Leali presidente del Gs Odolese – che ha mantenuto il suo standard di partenti, nonostante il calo degli iscritti dell'ultim'ora a causa delle pessime previsioni meteo. Siamo stati in tensione tutta la settimana per le previsioni che purtroppo si sono dimostrate veritiere. Devo ringraziare tutto lo staff organizzativo, il presidente AICS, gli sponsor e in particolare Piton, tutti i Comuni attraversati, i volontari e le forze dell'ordine che come sempre offrono servizi e sicurezza sul percorso di altissimo livello ».

Al termine della manifestazione il consueto ricco pasta-party e premiazioni caratterizzate da cestini alimentari e prodotti tecnici, le quali si sono svolte in un locale interno a causa di un forte temporale. Le premiazioni sono state celebrate dal Vice Sindaco Massimo Filisina e l'Assessore allo sport Franco Gossetti.

Tra le società, con il maggior numero di partecipanti, è stata la Loda Millenium a portare a casa il primo premio.

CLASSIFICHE

GENERALE MASCHILE LUNGO

1. Oscar Lazzaroni (2R Bike Store); 3:57:08

2. Antonio Camozzi (Team Isolmant); 4:02:02

3. Daniele Gualeni (Asd Tokens Cicli Bettoni); 4:02:02

4. Filippo Calliari (Bren Team Trento Asd); 4:10:49

5. Stefano Milesi (Team Breviario); 4:12:21

6. Massimo Faletti (Team Piton); 4:12:22

7. Paolo Montini (Team Mtb Lomazzo); 4:12:22

8. Domenico Romano (Biemme Garda Sport); 4:12:23

9. Luca Ripamonti (G.S. Studio Moda - Hair Gallery); 4:12:23

10. Stefano Bonanomi (Gs Perego Asd); 4:12:23

GENERALE MASCHILE CORTO

1. Fabio Fadini (Gs Team Morotti Bike); 2:52:10

2. Manuel Cimarolli (Bielle Team Asd); 2:52:12

3. Michael Obrist (); 2:52:12

4. Glauco Maggi (Gs Team Morotti Bike); 2:52:13

5. Giulio Magri (Team Isolmant); 2:52:13

6. Andrea Volpi (Team Isolmant); 2:55:17

7. Federico Savasi (Asd Ex3Mo True Racing); 2:55:28

8. Davide Ripamonti (Team Isolmant); 2:55:30

9. Fabio Cremaschi (Gs Team Morotti Bike); 2:55:31

10. Simone Zampatti (Team Viesse Rotopress Tirano); 2:55:31

GENERALE FEMMINILE LUNGO

1. Alice Donadoni (Gs Team Morotti Bike); 4:40:25

2. Viviana Brazzo (Gs Team Perini Bike); 4:42:25

3. Letizia Grottoli (Team Giuliani Cicli Arco); 4:42:28

4. Maria Elena Palmisano (Team Piton); 4:58:12

5. Natalia Glowa (Ciclotech Frascati); 4:58:13

6. Corinne Casati (S.C. Carugatese A.S.D.); 5:05:44

GENERALE FEMMINILE CORTO

1. Eleonora Calvi (Nuova Corti Racing Team); 3:16:56

2. Elena Pancari (Team Loda Millennium); 3:17:09

3. Silvia Porcini (Team Solura); 3:18:58

4. Roberta Anselmi (Gs Team Perini Bike); 3:25:28

  1. Mariagrazia Villanova (Sysetm Cars Asnaghi Asd); 3:25:3

Fonte Play Full

  • Giornalista pubblicista dal 2004. Direttore responsabile della testata Sport Communities per i siti outdoorpassion.it runningpassion.it snowpassion.it mtbpassion.it dal 2009 al 2015. Proprietario, responsabile editoriale e autore di outdoorpassion.it, runningpassion.it, snowpassion.it, bici.tv dal 2016. Collaboratore della rivista SNOWBOARDER MAGAZINE dal 1996 al 1999 per la realizzazione di articoli sul backcountry, cioè snowboard­alpinismo. Collaboratore della rivista ON BOARD nel 2000 per realizzazione di articoli sul backcountry Responsabile tecnico della rivista BACKCOUNTRY nel 2001. Responsabile tecnico della rivista MONTAGNARD dal 2002, Giornalista Pubblicista dal 2004 Autore, Responsabile Tecnico e Proprietario della rivista MONTAGNARD FREE PRESS dal 2004 al 2006. Collaboratore della rivista MADE FOR SPORT (DOGMA srl) nel 2006. Collaboratore della rivista ALP da 2007 al 2010. Collaboratore del sito www.snowboardplanet.it nel 2007. Facebook: Giancarlo Costa



Può interessarti