Domenica 1º settembre si corre la GranParadisoBike di Cogne (AO), recupero della gara annullata per neve lo scorso maggio

Di GIANCARLO COSTA ,

Prova Percorso (foto Newspower)
Prova Percorso (foto Newspower)

Un giorno in paradiso. Potrebbe essere il titolo di un film di recente pubblicazione, o magari quello dell’ultimo libro di qualche noto romanziere, e invece niente fiction, una giornata da trascorrere in Paradiso ci sarà davvero e sarà domenica 1° settembre in Valle d’Aosta. La GranParadisoBike di Cogne conta i giorni, ne mancano una decina, e il parco nazionale valdostano prepara la sua accoglienza ai bikers. Al quartier generale della Asd Sport in Paradiso continuano ad arrivare iscrizioni e la curiosità è molta, anche perché in tanti erano rimasti sconcertati quando la gara fu annullata e rimandata lo scorso maggio a causa di una inaspettata nevicata.

Ora, finalmente, è arrivato il momento di piazzare gli artigli su quei 45 km di sterrato che corrono tra la cittadina di Cogne e il parco nazionale, e i primi “big” a non lasciarsi sfuggire l’occasione sono Martino Fruet e Julio Humberto Caro Silva. Il curriculum sportivo del trentino “targato” Carraro Team è assai ricco di successi e titoli, lo vediamo spesso lottare nelle gare di coppa del mondo XC e da tempo indossa la divisa azzurra dell’Italia. Senz’altro sarà lui il sorvegliato speciale della prossima GranParadisoBike e a…sorvegliarlo ci sarà, come detto, il colombiano Caro Silva, tornato quest’anno ai massimi livelli dopo un periodo altalenante fatto anche di infortuni. Caro Silva ha centrato importanti successi in questi ultimi mesi in diverse granfondo del nostro paese e attualmente siede in testa alla parziale dell’Alpine Pearls MTB Cup dopo le prime due prove. La terza sarà proprio la gara di Cogne ed ecco allora che i motivi per lottare fino all’ultimo colpo di pedale saranno decisamente più d’uno. Al via a Cogne ci sarà anche la leader dell’Alpine Pearls al femminile, ovvero Francesca Bertelli, anche lei in buona forma dopo due podi estivi di prestigio alla Dolomiti SBK e alla GF Alta Valtellina.

Per quanto riguarda il tracciato della 13.a GranParadisoBike di domenica 1° settembre, una volta scattati da Cogne le gambe dovranno subito essere calde per il frammento forse più ostico di giornata, ovvero la salita a Gimillan che in poco più di 3,5 km con picchi del 27% mette sul piatto un dislivello di 425 metri. Sulla cima ci sarà il GPM ed un premio speciale per… addolcire le fatiche. Alla prima ruota in transito spetterà infatti un vaso da 5 kg di Nutella. Da lì ci si addentra tra prati e boschi in single track e poi giù a tutta fino ad Epinel. A questo punto si punta nuovamente verso Cogne risalendo fino a Valnontey, nel cuore del parco nazionale, da dove si imbocca una nuova e veloce discesa che conduce a monte del paese. Allora si punta su Sylvenoire dove ci si immerge tra prati e boschi, prima di volgere in direzione dell’ultimo ristoro di Champlong. Ricaricate le batterie, mancherà lo sforzo finale che sale – anche al 30% - al giro di boa di Lillaz-Valleille. La discesa quindi verso Cretaz è preambolo a tutta velocità del traguardo di Cogne, dove si incoroneranno i successori di Alessia Ghezzo e Giuseppe Lamastra, primi assoluti lo scorso anno.

Per coloro che all’agonismo puro preferiscono fatiche più abbordabili, la GranParadisoBike propone anche una “pedalata ecologica”. I chilometri si accorciano a 20 e il dislivello assume toni decisamente più blandi (450 metri contro i 1450 della gara maggiore), si aggirano salita e discesa di Gimillan e si transita per Valnontey, Sylvenoire e Champlong prima di dirigersi a Cretaz e quindi Cogne.

Le iscrizioni alla GranParadisoBike 2013 sono in corsa con quote di 30 € fino al 30 agosto, invece il 31 agosto ed il 1° settembre (entro le ore 9.00) si salirà a 35 €.

Sul sito ufficiale di gara www.granparadisobike.it ci sono tutte le informazioni del caso e su www.cogneturismo.it si possono scoprire tutte le offerte per il fine settimana a Cogne e dintorni.

Fonte Newspower

  • Giornalista pubblicista dal 2004. Direttore responsabile della testata Sport Communities per i siti outdoorpassion.it runningpassion.it snowpassion.it mtbpassion.it dal 2009 al 2015. Proprietario, responsabile editoriale e autore di outdoorpassion.it, runningpassion.it, snowpassion.it, bici.tv dal 2016. Collaboratore della rivista SNOWBOARDER MAGAZINE dal 1996 al 1999 per la realizzazione di articoli sul backcountry, cioè snowboard­alpinismo. Collaboratore della rivista ON BOARD nel 2000 per realizzazione di articoli sul backcountry Responsabile tecnico della rivista BACKCOUNTRY nel 2001. Responsabile tecnico della rivista MONTAGNARD dal 2002, Giornalista Pubblicista dal 2004 Autore, Responsabile Tecnico e Proprietario della rivista MONTAGNARD FREE PRESS dal 2004 al 2006. Collaboratore della rivista MADE FOR SPORT (DOGMA srl) nel 2006. Collaboratore della rivista ALP da 2007 al 2010. Collaboratore del sito www.snowboardplanet.it nel 2007. Facebook: Giancarlo Costa



Può interessarti