Domani il via alla Südtirol Sellaronda HERO, seguila in diretta streaming su mtbpassion.it

Di GIANCARLO COSTA ,

Katrin Schwing (foto organizzazione)
Katrin Schwing (foto organizzazione)

Domani, sabato 21 giugno a Selva Gardena, alle ore 7.10 una simbolica cannonata darà il via sotto gli occhi dei giudici internazionali alla gara élite femminile, pronta a svilupparsi intorno al massiccio del Sella su un tracciato di 62 km e 3.300 metri di dislivello. La partenza sarà di fronte all’associazione turistica di Selva. Dieci minuti più tardi toccherà invece agli uomini ed ai migliori specialisti al mondo delle lunghe distanze affrontare gli 84 km ed i 4.300 metri di dislivello del proprio tracciato. La quinta edizione della Südtirol Sellaronda HERO conterà come appuntamento delle UCI Marathon Series. Si tratta della settima ed ultima prova di durata prima del campionato del mondo, pronto a scattare tra una settimana a Pietermaritzburg, in Sudafrica.

"Ho effettuato una dura preparazione per il campionato del mondo e nelle mie gambe ho diverse gare – spiega lo svizzero Urs Huber, medaglia di bronzo al campionato del mondo 2008 -. Proprio per questo la mia condizione in occasione della HERO dovrebbe essere ottima”. Per il vincitore delle UCI World Series 2012, il tedesco Steffen Thum, l’obiettivo principale è quello di conquistare nuovamente le UCI Marathon World Series: “E nel lotto di gare che compongono questa manifestazione, la Hero è senza dubbio la più bella – ha affermato Thum, apparso in crescita di condizione dopo l’infortunio al ginocchio patito nel mese di marzo.

Il due volte vincitore della HERO, Leonardo Paez, arriva a sua volta ben preparato in Val Gardena ed andrà a caccia di uno storico tris. Nell’attuale stagione Paez ha vinto quattro gare in Italia, così come l’Alpentour in Austria. I suoi principali obiettivi stagionali sono proprio la HERO ed il campionato del mondo, appuntamento nel quale è già salito due volte sul podio (argento nel 2006 e bronzo nel 2013). Tra i principali concorrenti per la vittoria nella HERO, il colombiano vede l’azzurro Juri Ragnoli, il belga campione del mondo nel 2008 Roel Paulissen, lo svizzero Urs Huber, il suo compagno di squadra Tony Longo, così come i campioni tedeschi Markus Kaufmann e Jochen Käß. Alla partenza domani ci sarà anche il fresco campione italiano di maratona Samuele Porro, vincitore lo scorso anno della HERO più breve da 62 km.

In campo femminile, Katrin Schwing andrà a sua volta a caccia della tripletta: “Questa è davvero una gara maestosa, una vera impresa ed anche il mio primo successo nella Hero lo è stato – ha affermato la fuoriclasse - Un’emozione che ancora oggi non ho dimenticato!” Come principali concorrenti, la Schwing cita Barghild Løvseth,  Verena Krenslehner ed Elena Gaddoni. „Ma tutte quelle che si presentano alla partenza, possono essere avversarie pericolose" ha spiegato la tedesca. Venendo alle avversarie della Schwing, la Løvseth ha vinto il bronzo ai campionati europei e si è imposta nella Bike4peaks 2013. “Le Dolomiti sono fantastiche. – ha affermato la norvegese - Sono felice di poter affrontare le dure salite del Sellaronda, località in cui il prossimo anno si disputerà il campionato del mondo. Proprio per questo voglio imparare a conoscere nel dettaglio il percorso.” Verena Krenslehner, seconda nel 2012 dietro la Schwing e quinta nel 2013, può attualmente vantare il miglior piazzamento (9° posto) nel ranking mondiale UCI Marathon tra le atlete al via. Quest’anno ha già vinto due maratone, mentre al Bike Festival di Riva del Garda si è piazzata seconda.

L’arrivo del vincitore della prova lunga 62 km (tracciato breve) alla piazza Nives di Selva è previsto intorno alle ore 11.30. Il vincitore della gara da 84 km dovrebbe invece giungere intorno alle 11.50. Come lo scorso anno, anche nel 2014 la Medal Plaza ospiterà alle ore 20.30 una grande cerimonia di premiazione.

Diretta streaming su mtbpassion.it

Starting list su http://services.datasport.com/2014/mtb/sellaronda/

Fonte organizzazione

  • Giornalista pubblicista dal 2004. Direttore responsabile della testata Sport Communities per i siti outdoorpassion.it runningpassion.it snowpassion.it mtbpassion.it dal 2009 al 2015. Proprietario, responsabile editoriale e autore di outdoorpassion.it, runningpassion.it, snowpassion.it, bici.tv dal 2016. Collaboratore della rivista SNOWBOARDER MAGAZINE dal 1996 al 1999 per la realizzazione di articoli sul backcountry, cioè snowboard­alpinismo. Collaboratore della rivista ON BOARD nel 2000 per realizzazione di articoli sul backcountry Responsabile tecnico della rivista BACKCOUNTRY nel 2001. Responsabile tecnico della rivista MONTAGNARD dal 2002, Giornalista Pubblicista dal 2004 Autore, Responsabile Tecnico e Proprietario della rivista MONTAGNARD FREE PRESS dal 2004 al 2006. Collaboratore della rivista MADE FOR SPORT (DOGMA srl) nel 2006. Collaboratore della rivista ALP da 2007 al 2010. Collaboratore del sito www.snowboardplanet.it nel 2007. Facebook: Giancarlo Costa



Può interessarti