Coppa Emilia Romagna XC: la Fci promuove i giovani e non solo

Di EMANUELE IANNARILLI ,

ESE OTH XC logo
ESE OTH XC logo

Di Emanuele Iannarilli (Uff. Stampa Com. Regionale Fci sett. Fuoristrada)

Prende definitivamente forma il progetto che il comitato Fci Emilia Romagna ha realizzato per la stagione 2014, per promuovere quel mondo giovanile che troppo spesso viene poco considerato nei passaggi intermedi di “carriera”. I giovani talenti emiliani e non, in questa stagione avranno a disposizione un intero circuito per mettersi alla prova nella disciplina del Cross Country e potranno sfruttare questa vetrina per i prossimi passi verso l’agonismo e il divertimento puro. La Commissione Fuoristrada, “capitanata” dal presidente Massimo Cipriani ha messo in campo tutta la propria esperienza per chiudere il cerchio intorno ai Comitati Organizzatori delle 5 tappe per rendere questo progetto realtà. Strada facendo è nata poi la possibilità di dare spazio anche agli amatori che si potranno cimentare sugli stessi tracciati dei giovani.

Dalle parole del presidente Cipriani capiamo il perché di tutto ciò:

“L’uscita del giovane dalla categorie giovanili è sempre un passaggio difficile da gestire. I giovani talenti spesso si trovano di fronte a scelte poco gestibili a livello logistico ed economico per poter continuare quel cammino di crescita iniziato fin dalle scuole di mtb giovanili. Abbiamo così deciso di dare loro la possibilità di continuare quel cammino mettendosi alla prova ed eventualmente in evidenza, in una specialità difficile ma piena di adrenalina qual'è il Cross Country. L’esempio più lampante è quello di Marco Aurelio Fontana che ormai è diventato un personaggio mondiale della mtb e che ha già espresso il suo parere sull’iniziativa qualche settimana fa tramite un’intervista ad hoc. Questo è uno dei primi passi fatti dal comitato per la promozione e diffusione della mtb ad alti livelli non solo giovanile.”

Presidente, la regione quest’anno pullula finalmente di eventi per il fuoristrada, tra iniziative della Federazione, circuiti “privati” ed altro. Cosa significa ciò?

“Significa che la nostra Regione, è una regione predisposta per la disciplina del fuoristrada, terra di nascita di moltissimi campioni di questo settore, vediamo appunto l’amico Marco Aurelio, Yader Zoli e Mirco Pirazzoli. C’è offerta, l’importante è dare qualità agli eventi, andare incontro alle esigenze dei biker e cercare di dargli sempre stimoli nuovi in modo da attirare attenzione e consenso. Di ciò ne giovano tutti, l’importante è avere lo stesso obiettivo e cercare più possibile di lavorare con passione e dedizione verso la mtb che rappresenta l’inizio di tutto e non il fine…”.

Altri progetti? “Ovvio, ormai la macchina è partita e vogliamo aprire strade nuove e creare partecipazione in tutto l’ambito fuoristrada; dunque, presto, prestissimo, verrà presentata una nuova iniziativa targata Fci Emilia Romagna.

Il calendario completo con la possibilità di abbonamento a soli 60 euro per le 5 tappe emiliano-romagnole lo trovate sul sito www.coppaemiliaromagnaxc.it. Le singole gare invece costeranno 15 euro l’una. Come dire, paghi 4 prendi 5. Che il divertimento abbia inizio.

Emanuele Iannarilli

Uff. Stampa Com. Regionale Fci sett. Fuoristrada

  • Appassionato di sport estremi in particolare Mtb, Surf, Snowboard. Ha collaborato con Pianetamtb.it per la stesura di articoli e report per le maggiori granfondo off-road italiane e gare a tappe internazionali. Responsabile comunicazione Challenge 24mtb 2013/2014. Atleta endurance con partecipazione a gare internazionali, marathon, granfondo, gare a tappe. Responsabile comunicazione di alcune granfondo nazionali e collaboratore per alcuni brand off-road per test materiali, prova nuova prodotti. Blogger e responsabile comunicazione Bike Action Team.



Può interessarti