Clamoroso: Froome positivo all’antidoping alla Vuelta | Bici.tv

Clamoroso: Froome positivo all’antidoping alla Vuelta

Di GIANCARLO COSTA ,

Chris Froome vincitore Vuelta Spagna 2017 (foto cyclingnews)
Chris Froome vincitore Vuelta Spagna 2017 (foto cyclingnews)

La notizia ha fatto il giro del mondo, e non solo quello ciclistico, in pochi minuti. Il fuoriclasse britannico Chris Froome del Team Sky, vincitore di 4 Tour de France e della Vuelta Spagna, è stato trovato positivo durante un controllo il 7 settembre nella gara a tappe spagnola. Secondo quanto scritto sul sito dell’UCI ( Union Cycliste Internationale) la sostanza in questione è il Salbutamolo sostanza usata nei farmaci per la cura di asma e bronchite e consentita per uso terapeutico al di sotto di certe concentrazioni. Il controllo ha però rilevato una concentrazione superiore a quella consentita. Il responso della positività è stato comunicato al corridore lo scorso 20 settembre. A questo punto si attendono i provvedimenti disciplinari, che saranno clamorosi qualunque essi siano.

  • Giornalista pubblicista dal 2004. Direttore responsabile della testata Sport Communities per i siti outdoorpassion.it runningpassion.it snowpassion.it mtbpassion.it dal 2009 al 2015. Proprietario, responsabile editoriale e autore di outdoorpassion.it, runningpassion.it, snowpassion.it, bici.tv dal 2016. Collaboratore della rivista SNOWBOARDER MAGAZINE dal 1996 al 1999 per la realizzazione di articoli sul backcountry, cioè snowboard­alpinismo. Collaboratore della rivista ON BOARD nel 2000 per realizzazione di articoli sul backcountry Responsabile tecnico della rivista BACKCOUNTRY nel 2001. Responsabile tecnico della rivista MONTAGNARD dal 2002, Giornalista Pubblicista dal 2004 Autore, Responsabile Tecnico e Proprietario della rivista MONTAGNARD FREE PRESS dal 2004 al 2006. Collaboratore della rivista MADE FOR SPORT (DOGMA srl) nel 2006. Collaboratore della rivista ALP da 2007 al 2010. Collaboratore del sito www.snowboardplanet.it nel 2007. Facebook: Giancarlo Costa

Commenta l'articolo su Twitter...

Può interessarti