Challenge Torpado 2015: iscrizioni aperte dal 1º dicembre

Di EMANUELE IANNARILLI ,

Partenza (foto organizzazione)
Partenza (foto organizzazione)

E si va. Le immagini della premiazione della prima edizione del Challenge sono ancora impresse nella mente degli organizzatori e degli atleti, tanti, che a fine ottobre sono arrivati a Sasso Marconi per concludere in maniera “gloriosa” una stupefacente prima edizione. Sorprendente sotto tanti aspetti, rimanendo comunque un appuntamento accessibile economicamente e dando vero risalto agli atleti, vincitori e non. Ora è tempo di partire con la seconda edizione che di certezze ne porta già tante visto il trascorso.

Dal 1 dicembre sono aperte le iscrizioni a prezzo agevolato a 110 euro per gli uomini e 90 per le donne, per tutte e sei le gare del circuito. Una quota volutamente mantenuta popolare per dare la possibilità a tanti di potersi misurare in una classifica itinerante che da spazio ai veri atleti ma anche a quegli amatori che semplicemente si divertono a pedalare e a sfidarsi per più appuntamenti. Considerate anche le copiose premiazioni finali che sono andate in scena al Centro Congressi “Ca Vecchia” ad ottobre, il Challenge dimostra ancora di voler essere vicino a tutti rendendo l'esperienza unica sotto tutti gli aspetti.

La conferma di ciò arriva dai numerosi sponsor che hanno confermato la loro presenza e grazie anche a loro che il piatto sarà ancora una volta ricco. Torpado, diventando a tutti gli effetti main sponsor del circuito metterà a disposizione i suoi bolidi per chi arriverà fino in fondo portando a casa punteggi di prestigio. Six2 conferma l'appoggio al c.o con materiale tecnico e grandi sorprese. Pissei, presente la scorsa stagione come “costruttore” delle maglie da leader sarà presente in maniera ancora più copiosa sul campo. Pinko che ringrazierà le donne con i suoi omaggi femminili. Selev, grande new entry che ha sposato la causa mettendo a disposizione caschi in quantità.

Ah, dimenticavamo. La maglia da leader, così discussa e a volte punto di domanda tra i biker, si è deciso di non reinserirla dopo aver sentito tanti pareri e consigli. Gli atleti preferiscono essere leader con le loro maglie e dare visibilità ai loro sponsors. Il Challenge, così, ha sostituito la maglia con una fascia, tipo da “capitano” per intenderci, da indossare sul braccio che farà in modo che il leader sia comunque riconosciuto da tutti.

Le gare; confermatissime la Gf Garda, la Montagna Gold Race, la Soave Bike e la Gf Sasso Mtb Race. A sostituire invece i due addii arrivano la Gf delle Terme a Montecatini Terme e la Gf d'autunno a Verona che nell'ordine apriranno il Challenge il 22 marzo e lo chiuderanno il 27 settembre passando per Garda il 19 aprile, la Montagnana il 17 maggio, Soave il 31 maggio e Sasso Marconi il 20 settembre. Occhio di riguardo come sempre per gli all finisher e soprattutto per i team più numerosi che nella scorsa edizione hanno portato a casa Mtb Torpado di elevato valore. Questo vuol dire Challenge, aggregazione e socializzazione, non disdegnando la competizione passando per quella sana dote di umanità che sui campi gara è stata dimostrata cercando di venire incontro alle esigenze dei biker mantenendo comunque alta la regolarità e lo svolgimento.

Un impegno gravoso ma che porta soddisfazione, una sana dedizione per cercare quei sorrisi e quei ringraziamenti che in tanti ci hanno fatto avere in questo anno d'esordio. Cercheremo di fare meglio, sempre meglio, per noi, ma soprattutto per voi, biker!

Di Emanuele Iannarilli - Uff. Stampa Challenge Torpado

  • Appassionato di sport estremi in particolare Mtb, Surf, Snowboard. Ha collaborato con Pianetamtb.it per la stesura di articoli e report per le maggiori granfondo off-road italiane e gare a tappe internazionali. Responsabile comunicazione Challenge 24mtb 2013/2014. Atleta endurance con partecipazione a gare internazionali, marathon, granfondo, gare a tappe. Responsabile comunicazione di alcune granfondo nazionali e collaboratore per alcuni brand off-road per test materiali, prova nuova prodotti. Blogger e responsabile comunicazione Bike Action Team.



Può interessarti