A Campitello Matese vince lo spagnolo Benat Intxausti, Contador sempre maglia rosa

Di GIANCARLO COSTA ,

Benat Intxausti vincitore a Campitello Matese (foto Cyclingnews.com)
Benat Intxausti vincitore a Campitello Matese (foto Cyclingnews.com)

Secondo arrivo in salita al Giro d'Italia, con la tappa che da Fiuggi porta a Campitello Matese, 186 km, due gran premi della montagna, a Forca d'Acero quota 1294 metri e l'arrivo a Campitello Matese quota 1430 metri, una salita di 13 km con una pendenza media del 7% e punte del 12%.

Al solito va via la fuga, con Niemec che è maglia rosa virtuale per lunghi tratti, visto che ha un vantaggio di circa 8 minuti. Ma da questo gruppo esce anche il vincitore della tappa odierna, lo spagnolo Benat Intxausti della Movistar, vincitore nel 2013 della tappa di Ivrea. Come al solito quando inizia la salita finale iniziano i fuochi artificiali nel gruppo, con l'Astana che tira a tutta, ma gli altri favoriti sono li. Discorso a parte la maglia rosa, Alberto Contador, che nel frattempo aveva guadagnato 2 secondi su un traguardo volante intermedio, che tiene i migliori della tappa apparentemente senza problemi. C'è da pensare che fosse stato al 100% avrebbe attaccato, ma già così è un successo. Nella tattica Astana, tra una scatto e l'altro di Aru, va via Michael Landa, che cercando di vincere la tappa, arriva comunque secondo e si porta in 5° in classifica generale a 44 secondi dal leader, aumentando le opzioni della squadra Astana. Da segnalare che Rigoberto Uran questa volta non perde un colpo di pedale dai 3 favoriti Contador, Aru e Porte, in attesa della lunga cronometro.

Classifica di tappa:

1° Benat Intxausti (Spa) Movistar Team 4:51:34, 2° Mikel Landa Meana (Spa) Astana Pro Team a 20”, 3° Sébastien Reichenbach (Swi) IAM Cycling a 31”, 4° Fabio Aru (Ita) Astana Pro Team a 35”, 5° Alberto Contador (Spa) Tinkoff-Saxo st, 6° Richie Porte (Aus) Team Sky st, 7° Rigoberto Uran (Col) Etixx – Quick-Step st, 8° Dario Cataldo (Ita) Astana Pro Team st, 9° Damiano Cunego (Ita) Nippo - Vini Fantini a 45” e 10° Damiano Caruso BMC Racing Team st.

Classifica generale:

1° Alberto Contador (Spa) Tinkoff-Saxo 32h40'07”, 2° Fabio Aru (Ita) Astana Pro Team a 4”, 3° Richie Porte (Aus) Team Sky a 22”, 4° Dario Cataldo (Ita) Astana Pro Team a 30”, 5° Mikel Landa Meana (Spa) Astana Pro Team a 42”, 6° Roman Kreuziger (Cze) Tinkoff-Saxo a 1', 7° Giovanni Visconti (Ita) Movistar Team a 1'16”, 8° Rigoberto Uran (Col) Etixx – Quick-Step a 1'24”

  • Giornalista pubblicista dal 2004. Direttore responsabile della testata Sport Communities per i siti outdoorpassion.it runningpassion.it snowpassion.it mtbpassion.it dal 2009 al 2015. Proprietario, responsabile editoriale e autore di outdoorpassion.it, runningpassion.it, snowpassion.it, bici.tv dal 2016. Collaboratore della rivista SNOWBOARDER MAGAZINE dal 1996 al 1999 per la realizzazione di articoli sul backcountry, cioè snowboard­alpinismo. Collaboratore della rivista ON BOARD nel 2000 per realizzazione di articoli sul backcountry Responsabile tecnico della rivista BACKCOUNTRY nel 2001. Responsabile tecnico della rivista MONTAGNARD dal 2002, Giornalista Pubblicista dal 2004 Autore, Responsabile Tecnico e Proprietario della rivista MONTAGNARD FREE PRESS dal 2004 al 2006. Collaboratore della rivista MADE FOR SPORT (DOGMA srl) nel 2006. Collaboratore della rivista ALP da 2007 al 2010. Collaboratore del sito www.snowboardplanet.it nel 2007. Facebook: Giancarlo Costa



Può interessarti