Campionati Mondiali di MTB in Australia: iride under23 per il neozelandese Samuel Gaze, Nadir Colledani 10°

Di GIANCARLO COSTA ,

Sam Gaze vincitore del Mondiale XCO Under23 (foto uci cerveny)
Sam Gaze vincitore del Mondiale XCO Under23 (foto uci cerveny)

Il neozelandese Samuel Gaze, di origini maori, si conferma campione del mondo crosscountry U23 ai Campionati Mondiali di MTB in Australia. Per gli azzurri Nadir Colledani e Gioele Bertolini, rispettivamente 10° e 18°, arrivano due piazzamenti che non possono lasciare soddisfatti viste le previsioni della vigilia.

La gara, per quanto riguarda gli azzurri, si può dire che non comincia neanche. Al via Colledani rimane invischiato attorno alla 15^ posizione e, su un percorso con molti tratti in single track, ha difficoltà a recuperare posizioni. Nel primo giro sale fino al 10° posto, ma ormai il treno dei migliori è andato e i giochi sono finiti.
Ancora più sfortunata la gara di Gioele Bertolini. Il campione europeo cade alla prima curva e rimane intrappolato nella pancia del gruppo finendo 18°.

Il podio di questo mondiale XCO Under23 è occupato dal neozelandese di origine maori Samuel Gaze che vince la medaglia d’oro, argento per il sudafricano Alan Hatherly e bronzo per il tedesco Maximilian Brandl.

Domani programma intenso per l’ultima giornata di gare dedicata al Crosscountry. Si comincia alle 2 di notte (per noi in Italia) con le donne U23, in gara le azzurre Martina Berta e Chiara Teocchi. Alle 4 del mattino sarà la volta delle Donne Elite Eva Lechner e Serena Calvetti, mentre alle 6 del mattino chiuderanno gli Uomini Elite Daniele Braidot, Luca Braidot, Marco Aurelio Fontana, Andrea Tiberi e Gerhard Kerschbaumer.

  • Giornalista pubblicista dal 2004. Direttore responsabile della testata Sport Communities per i siti outdoorpassion.it runningpassion.it snowpassion.it mtbpassion.it dal 2009 al 2015. Proprietario, responsabile editoriale e autore di outdoorpassion.it, runningpassion.it, snowpassion.it, bici.tv dal 2016. Collaboratore della rivista SNOWBOARDER MAGAZINE dal 1996 al 1999 per la realizzazione di articoli sul backcountry, cioè snowboard­alpinismo. Collaboratore della rivista ON BOARD nel 2000 per realizzazione di articoli sul backcountry Responsabile tecnico della rivista BACKCOUNTRY nel 2001. Responsabile tecnico della rivista MONTAGNARD dal 2002, Giornalista Pubblicista dal 2004 Autore, Responsabile Tecnico e Proprietario della rivista MONTAGNARD FREE PRESS dal 2004 al 2006. Collaboratore della rivista MADE FOR SPORT (DOGMA srl) nel 2006. Collaboratore della rivista ALP da 2007 al 2010. Collaboratore del sito www.snowboardplanet.it nel 2007. Facebook: Giancarlo Costa

Commenta l'articolo su Twitter...

Può interessarti