Campionati Europei MTB XCO: per il francese Julien Absalon quarto titolo europeo, Andrea Tiberi 7º miglior azzurro

Di GIANCARLO COSTA ,

Julien Absalon campione europeo MTB e Andrea Tiberi settimo (foto federciclismo)
Julien Absalon campione europeo MTB e Andrea Tiberi settimo (foto federciclismo)

Lamosano di Chies d'Alpago (BL) – Il Re non abdica, anzi rilancia: Julien Absalon aggiunge un’altra gemma alla sua pesantissima corona vincendo il suo quarto titolo europeo, terzo consecutivo, a Lamosano di Chies d’Alpago. Il palmarès colloca il francese nel Gotha dello sport mondiale. Nato a Remiremont il 16 agosto 1980, alla tenera età di 35 anni (non ancora compiuti) ha messo insieme qualcosa come due titoli olimpici (Atene 2004 e Pechino 2008), otto mondiali (uno da junior nel 1998, due da under nel 2001 e 2002, cinque da élite dal 2004 al 2007 e nel 2014, sei Coppe del Mondo e, appunto, con quello di oggi, quattro titoli europei.

Il fenomeno francese ha dato ulteriore prova della sua classe dominando il campo con autorità. Grande merito allo svizzero Lukas Flückiger, che conquista l’argento a 34” dal sovrano vincendo la sfida con il tedesco Manuel Fumic, bronzo a 50”. Un applauso anche ad Andrea Tiberi, settimo e migliore degli azzurri. Gli altri italiani si sono piazzati in questo ordine: 17° Daniele Braidot, 21° suo fratello Luca, 25° Marco Aurelio Fontana, 31° Mirko Tabacchi che essendo bellunese sentiva particolarmente la corsa, 32° Nicholas Pettinà, 41° Andrea Righettini, 42° Cristian Cominelli.

Julien Absalon ha preso subito il comando delle operazioni, seguito a ruota dallo svizzero Fabian Giger e dal campione di Germania Manuel Fumic. A coprire le spalle al capitano nel secondo gruppo si posizionavano Jordan Sarrou e Maxime Marotte con il compito di stoppare ogni tentativo di rientro sulla testa della corsa, compresa quello dell'altro svizzero Lukas Flückiger..

Il Campionato europeo subisce uno scossone nel corso del secondo giro quando Giger e Fumic non riescono a tenere il passo di Absalon, che resta solo alla testa della corsa. Tiberi passa dalla nona all’ottava posizione, Luca Braidot scala al tredicesimo posto.

Nel quarto passaggio Absalon continua l’assolo, in seconda posizione Lukas Flückiger affianca Fumic, mentre Giger si stacca. Tiberi ora è settimo, Luca Braidot quindicesimo.

Negli ultimi due giri non ci sono sorprese e la corsa continentale si conclude con l’ennesino trionfo di Julien Absalon.

La Svezia ospiterà a Huskvarna l'edizione 2016 dei Campionati d'Europa XCO, Team Relay e XCE dal 5 all'8 Maggio.

UOMINI ELITE

1 Absalon Julien - Francia in 1h33’31”

2 Flückiger Lukas- Svizzera 01:34:05

3 Fumic Manuel - Germania 01:34:21

4 Giger Fabian - Svizzera 01:34:50

5 Sarrou Jordan - Francia 01:35:12

6 Naef Ralph - Svizzera 01:35:36

7 Tiberi Andrea- Italia 01:35:45

8 Tempier Stephane- Francia 01:35:51

9 Drechou Hugo - Francia 01:36:13

10 Van Houts Rudi - Olanda 01:36:24

17 Braidot Luca - 01:38:12

21 Braidot Daniele - 01:38:54

25 Fontana Marco Aurelio 01:39:24

31 Tabacchi Mirko 01:40:20

32 Pettinà Nicholas 01:40:20

41 Righettini Andrea 01:41:25

42 Cominelli Cristian 01:41:51

Fonte federciclismo.it

  • Giornalista pubblicista dal 2004. Direttore responsabile della testata Sport Communities per i siti outdoorpassion.it runningpassion.it snowpassion.it mtbpassion.it dal 2009 al 2015. Proprietario, responsabile editoriale e autore di outdoorpassion.it, runningpassion.it, snowpassion.it, bici.tv dal 2016. Collaboratore della rivista SNOWBOARDER MAGAZINE dal 1996 al 1999 per la realizzazione di articoli sul backcountry, cioè snowboard­alpinismo. Collaboratore della rivista ON BOARD nel 2000 per realizzazione di articoli sul backcountry Responsabile tecnico della rivista BACKCOUNTRY nel 2001. Responsabile tecnico della rivista MONTAGNARD dal 2002, Giornalista Pubblicista dal 2004 Autore, Responsabile Tecnico e Proprietario della rivista MONTAGNARD FREE PRESS dal 2004 al 2006. Collaboratore della rivista MADE FOR SPORT (DOGMA srl) nel 2006. Collaboratore della rivista ALP da 2007 al 2010. Collaboratore del sito www.snowboardplanet.it nel 2007. Facebook: Giancarlo Costa



Può interessarti