Campionati Europei MTB Junior e Under23: argento per Marika Tovo e Simone Avondetto

Di GIANCARLO COSTA ,

Podio Under23 femminile (foto federciclismo)
Podio Under23 femminile (foto federciclismo)

Dopo l’oro nella staffetta mista, sono arrivate 2 medaglie d’argento per la spedizione azzurra ai Campionati Europei di Graz in Austria per le categorie Junior e Under23.

Under23

A conquistare il secondo gradino del podio nella gara femminile è stata Marika Tovo, nella prova Cross Country.
Una corsa entusiasmante che ha visto una scatenatissima Tovo mantenere salda la posizione di testa dietro alla svizzera Sina Frei, oro poi al traguardo in 1h23’31”, e conquistare uno splendido argento in 1h24’37”. Marika ha dosato bene le energie, concentrando le sue forze per non perdere terreno e tempo prezioso senza piegarsi alla diretta avversaria, la spagnola Garcia Martinez Rocio del Alba, che, alle spalle di Marika, si è dovuta poi accontentare del bronzo a 1’02” dall’azzurra.
Polvere e determinazione hanno quindi caratterizzato la corsa di Marika che ha saputo regalare all’Italia un’altra medaglia d’argento che si somma a quella dello junior Simone Avondetto, conquistata in tarda mattinata, e all’oro conquistato nella staffetta. E proprio per Marika, tra i cinque alfieri azzurri a vincere il titolo europeo nella staffetta, la soddisfazione è ancora più grande perchè questo argento è la seconda medaglia personale.
Ma il buon lavoro di tutta la Nazionale è evidente visto i piazzamenti delle altre azzurre Chiara Teocchi, quinta e Martina Berta, settima.
La gara maschile degli Under 23 chiude una giornata lunga e contrassegnata dal caldo. Ha vinto il francese Joshua Dubau, davanti allo svizzero Filippo Colombo e all'olandese Milan Vader. Anche in questa ultima prova gli azzurri si sono ben comportati, in particolare Alessandro Serravalle, che chiude al quinto posto, e Alessio Agostinelli, nono (Juri Zanotti non ha terminato la gara per una caduta).
"Devo dire che è stata una giornata molto difficile, per il caldo, ma che ci ha regalato due belle medaglie e ottime prove di tutti i ragazzi - ha detto al termine il DT Mirko Celestino -. Nel complesso si è trattato di un europeo che ci ha regalato sosdisfazioni a cominciare dall'oro nella staffetta che è arrivato inaspettato. Sapevo che una medaglia nella staffetta fosse alla nostra portata, ma non mi aspettavo un risultato pieno. Devo ringraziare ancora una volta i ragazzi per quello che hanno fatto. Da venerdì in poi il mio compito è stato soprattutto quello di tenerli concentrati, pensando anche alle prove odierne e devo dire che hanno risposto nel modo migliore. Si, sono veramente contento.".
La buona prova di squadra si concretizza con il terzo posto nel medagliere finale: con un oro e due argenti terminiamo alle spalle di Svizzera e Francia.

Juniores

Tra gli uomini juniores Simone Avondetto ha conquistato la medaglia d'argento in una gara vinta dallo svizzero Alexandre Balmer e che ha visto cogliere il quarto posto da Zaccaria Toccoli e il sesto da Filippo Fontana.

Sul terzo gradino del podio è salito il tedesco Leon Reinhard Kaiser, mentre completano l'ottima prova di squadra dei ragazzi di Mirko Celestino anche i piazzamenti di Andreas Emanuele Vittone, 12°, e Andrea Colombo, 16°.
Meno bene la prova delle donne juniores, vinta dall'atleta di casa Laura Stigger davanti alla connazionale Harriet Hernden. Al terzo posto la ceca Tereza Saskova. Prima delle italiane Giada Specia, che ha chiuso al sesto posto a circa 4' dalla vincitrice. Julia Maria Graf è arrivata 24^, Gaia Pagotto 29^.

Fonte federciclismo

  • Giornalista pubblicista dal 2004. Direttore responsabile della testata Sport Communities per i siti outdoorpassion.it runningpassion.it snowpassion.it mtbpassion.it dal 2009 al 2015. Proprietario, responsabile editoriale e autore di outdoorpassion.it, runningpassion.it, snowpassion.it, bici.tv dal 2016. Collaboratore della rivista SNOWBOARDER MAGAZINE dal 1996 al 1999 per la realizzazione di articoli sul backcountry, cioè snowboard­alpinismo. Collaboratore della rivista ON BOARD nel 2000 per realizzazione di articoli sul backcountry Responsabile tecnico della rivista BACKCOUNTRY nel 2001. Responsabile tecnico della rivista MONTAGNARD dal 2002, Giornalista Pubblicista dal 2004 Autore, Responsabile Tecnico e Proprietario della rivista MONTAGNARD FREE PRESS dal 2004 al 2006. Collaboratore della rivista MADE FOR SPORT (DOGMA srl) nel 2006. Collaboratore della rivista ALP da 2007 al 2010. Collaboratore del sito www.snowboardplanet.it nel 2007. Facebook: Giancarlo Costa

Commenta l'articolo su Twitter...

Può interessarti