Campionati Europei MTB Darfo Boario Terme: titoli Junior a Jofre Cullell Estape e Laura Stigger

Di GIANCARLO COSTA ,

Un passaggio della gara Junior (foto federciclismo)
Un passaggio della gara Junior (foto federciclismo)

Risuona l'inno spagnolo a Darfo Boario Terme, al termine della prova XCO della categoria Juniores maschile. Il nuovo campione d'Europa è infatti Jofre Cullell Estape, che domina per l'intera durata della gara, mettendo tutti in riga e conquistando la medaglia d'Oro, la prima per la Spagna in questa edizione degli Europei MTB. Al suo fianco salgono sul podio lo svizzero Alexandre Balmer ed il francese Benjamin Le Ny, per tutta la prova nel gruppetto inseguitore.
Insieme a loro, per metà gara c'è stato anche l'azzurro Juri Zanotti, che fin dal secondo giro ha seguito a ruota lo scatto del catalano, prendendo così il comando dell'Europeo. Sfortunatissimo, poi, il corridore del VC Monte Tamaro: quando sembrava fatta per il podio, il cambio elettronico dell'azzurro è rimasto bloccato sullo stesso rapporto e tutti i tentativi di recupero sono andati a vuoto. Niente da fare quindi per Zanotti, costretto ad abbandonare la corsa e lasciare solo l'iberico, inseguito dal gruppo composto dall'altro azzurro Edoardo Xillo, dai tre svizzeri e dal francese.

Anche Nicola Taffarel sarà costretto al ritiro. Edoardo Xillo non riesce a mantenere la quarta posizione, conquistata nel terzo giro, e all'arrivo si fa sorpassare dall'israeliano Zaltsman e dal francese Azzaro, scalando in sesta posizione a 2'07'' dal vincitore. Bel piazzamento di Simone Avondetto , quindicesimo a 3'38". Seguono Zaccaria Toccoli, 24° a 5'29", Filippo Fontana, 41° a 8'07", Alberto Brancati, 4° a 8'27", e Bruno Marchetti, 52° a 10'49".

L'ANALISI DEL CT MIRKO CELESTINO - Ci aveva creduto, il Commissario Tecnico, vedendo Juri Zanotti in seconda posizione per quasi tutta la durata della gara: "Sono soddisfatto anche se c'è sempre un po' di sfortuna in questo sport, d'altronde la percentuale di fortuna influisce sempre. Oggi potevamo portare a casa un'altra medaglia, ci credevo davvero, ed il ritiro di Zanotti è stato un vero peccato. Fortunamente Xillo ci fatti recuperare un pochino, con un bel sesto posto".

Gara femminile Junior

Terza giornata di gare per gli Azzurri nei Campionati d'Europa MTB a Darfo Boario. In sella alle 9.30 le ragazze della categoria Juniores, che da programma dovevano percorrere un primo giro di lancio, lungo quasi quanto un giro normale, e successivamente hanno girato per 3 volte. Il percorso lungo circa 4 km è il più tecnico d'Italia e si basa sostanzialmente su ostacoli naturali.
Una bella prova per le azzurrine, che con Marika Tovo conquistano il quinto posto in classifica a 2'26'' dall'austriaca Laura Stigger, prima a tagliare il traguardo e quindi nuova campionessa europea. Medaglia d'argento per la francese Loana Lecomte (33''), bronzo invece per la danese Caroline Bohe (1'11'').

L'azzurrina era partita in testa al gruppo, poi una scivolata l'ha costretta ad inseguire. Con bravura ha risalito la corrente fino ad ottenere una posizione di grande prestigio tra le migliori a soli dieci secondi dalla svizzera Nadia Grod, quarta classificata.
Rientra nella Top Ten anche Giada Specia, che si aggiudica la casella numero 10 a 5'19'', seguita dalla compagna di squadra Francesca Baroni (a 5'35''). Chiude per la selezione azzurra Giorgia Stegagnolo, diciassettesima a 8'03''.

L'ANALISI DEL CT CELESTINO - Non si butta giù il CT Mirko Celestino, consapevole che anche ogni piccola sconfitta sarà un fondamentale bagaglio che gli Azzurri dovranno portarsi dietro, per crescere:"Ci è andata male, ma sono comunque contento. Il risultato in certe occasioni non è tutto. Perché quando non arriva, ogni pedalata serve ai nostri ragazzi come esperienza. Serve loro per imparare a convivere con questo stress, che si porteranno dietro sempre ma che passo dopo passo impareranno a gestire. E a mostrare quanto valgono davvero".

Fonte federciclismo

  • Giornalista pubblicista dal 2004. Direttore responsabile della testata Sport Communities per i siti outdoorpassion.it runningpassion.it snowpassion.it mtbpassion.it dal 2009 al 2015. Proprietario, responsabile editoriale e autore di outdoorpassion.it, runningpassion.it, snowpassion.it, bici.tv dal 2016. Collaboratore della rivista SNOWBOARDER MAGAZINE dal 1996 al 1999 per la realizzazione di articoli sul backcountry, cioè snowboard­alpinismo. Collaboratore della rivista ON BOARD nel 2000 per realizzazione di articoli sul backcountry Responsabile tecnico della rivista BACKCOUNTRY nel 2001. Responsabile tecnico della rivista MONTAGNARD dal 2002, Giornalista Pubblicista dal 2004 Autore, Responsabile Tecnico e Proprietario della rivista MONTAGNARD FREE PRESS dal 2004 al 2006. Collaboratore della rivista MADE FOR SPORT (DOGMA srl) nel 2006. Collaboratore della rivista ALP da 2007 al 2010. Collaboratore del sito www.snowboardplanet.it nel 2007. Facebook: Giancarlo Costa

Commenta l'articolo su Twitter...

Può interessarti