Borgocross: la pioggia non ha rovinato la festa a Caserta Vecchia

Di GIANCARLO COSTA ,

Borgocross (foto MTB Caserta)
Borgocross (foto MTB Caserta)

Entusiasmo alle stelle a Caserta Vecchia per la 33°edizione del Borgocross, la classica del ciclocross tra le più antiche d’Italia che si è svolta grazie all’organizzazione magistrale della Mtb Caserta sul suggestivo percorso di 2,8 chilometri ricavato lungo le antiche viuzze del borgo, le scalinate e la pineta.

Percorso in buone condizioni nonostante la pioggia battente e il fango in una cornice da vero ciclocross che non ha nulla da invidiare agli altri campi gara di cross della penisola grazie a una tradizione che dura dal 1978.

Tutto il gotha della disciplina invernale del ciclismo ha lasciato il segno con Ottavio Paccagnella, Vito Di Tano, Luca Bramati e Fausto Scotti, ad oggi cittì del ciclocross e presente alla manifestazione che ha ottenuto ben otto vittorie su 14 partecipazioni in carriera a Caserta Vecchia.

Palcoscenico suggestivo ed avvincente in quello che un tempo fu la città di origine medievale, prima dell’avvento dei Borboni con la costruzione della Reggia nella Terra di Lavoro, per una manifestazione che ha richiamato 300 atleti da Campania, Lazio, Puglia, Basilicata e Calabria,  inaugurando ufficialmente l’edizione 2015-2016 della challenge Trofeo dei Tre Mari.

Apertura delle varie batterie di gara con i G6 promozionali (nati nel 2003 e prossimi a diventare esordienti primo anno a gennaio 2016) di scena su una versione ridotta del tracciato ufficiale di gara: in evidenza Ettore Loconsolo (Ludobike Racing Team), Vittorio Carrer (Andria Bike) e Damiano Olivieri (Punto Bici Aprilia) tra gli uomini, Giorgia Negossi (GS Pontino Sermoneta), Ilaria Scarpa (Scuola di Ciclismo Tugliese-Salentino) e Adelaide Preziosa (Polisportiva Dilettantistica Gaetano Cavallaro) tra le donne.

Mario Zaccaria (Promo Cycling) ed Alessandro Verre (Loco Bikers) hanno dato vita a una vera battaglia nella categoria allievi tanto che il verdetto finale è rimasto in bilico fino a un giro dal termine quando Zaccaria ha avuto la forza di allungare e vincere in solitudine con Verre secondo mentre il terzo gradino del podio è stato occupato da Danilo Morzillo (Gsc Moiano).

Anche gli esordienti non sono stati da meno: dopo un confronto molto equilibrato, è arrivato il trionfo per il sorprendente Antonio Cairo (Asd Belvedere) molto bravo ad anticipare nel finale Piergianni Cautela (Loco Bikers), Philippe Mancinelli (Promo Cycling) e Mattia Maria Varalla (Team Bykers Viggiano) tra i protagonisti della bagarre iniziale insieme allo stesso Cairo.

Tra le donne, sempre in ambito giovanile, splendido ritorno sul gradino più alto del podio per l’allieva Sara Sciuto (Promo Cycling) davanti a Marina Laezza (Team Eurobici Orvieto) ed Antonietta Fortunato (Loco Bikers) mentre è stato un confronto a due tra Chiara Mazziotta (Team Bykers Viggiano) e Rossella Vitale (Movicoast Sport e Turismo) a decretare l’arrivo tra le esordienti.

Gara juniores nel segno di uno straordinario Antonio Folcarelli (Promo Cycling), prossimo a vestire la maglia azzurra nella seconda prova di Coppa del Mondo a Valkenburg (Olanda), che si è messo alle spalle Diego Guglielmetti (SS Lazio Ciclismo), Patrick Favaro (GS Pontino Sermoneta), Raffaele Lavieri (Loco Bikers) e Roberto Loconsolo (Scuola di Ciclismo Franco Ballerini Bari) tutti e cinque subito all’attacco sin dalle prime battute di corsa.

Per la fascia amatoriale 2, Gianni Panzarini (Drake Team-Nw Sport – 1°master 4), partito dopo il raggruppamento degli juniores (terminando in sesta posizione nell’assoluta), è riuscito a spuntarla davanti a Francesco Masullo (Movicoast Turismo e Sport, M4) e Mario Quattrini (GS Pontino Sermoneta – 1°master 5), più indietro Armando Mattacchioni (Mtb Santa Marinella-Cicli Montanini) vincitore della categoria master over.

Tra le donne open bella lotta tra Krizia Ruggieri (Polisportiva Dilettantistica Gaetano Cavallaro) e Maria Benedetta Palumbo (Movicoast Sport e Turismo), giunte sul traguardo in quest’ordine, con Alessandra Mastrototaro (Polisportiva Dilettantistica Gaetano Cavallaro) finita in terza posizione e a un giro di vantaggio si sono ben distinte le due ragazze juniores Francesca Ferrante e Valentina Di Leo entrambe della Polisportiva Dilettantistica Gaetano Cavallaro.

In evidenza anche la campionessa italiana in carica élite master donna Sabrina Di Lorenzo (Project Bike) che ha avuto la meglio su Antonella Casale (Mtb Santa Marinella-Cicli Montanini), Eleonora Cristina Valluzzi (Loco Bikers) e Barbara Pizzuti (Ciociaria Bike).

Spazio agli élite ed under 23 con il duello targato Stefano Capponi (Pro Bike Riding Team) e Luca De Nicola (SS Lazio Ciclismo): i due hanno subito impresso un gran ritmo staccando Luca Ursino, (Pro Bike Riding Team) Matteo Mandatori (Promo Cycling), Micheal Capati (Time Bike Todis Rieti), Luca Quattrini (Time Bike Todis Rieti) e Daniele Panzarini (Mtb Santa Marinella-Cicli Montanini) tra i diretti inseguitori.

Ultimo giro in solitudine per il vice campione italiano under 23 di ciclocross 2015 De Nicola che si è aggiudicato la gara con una ventina di secondi sull’élite Capponi mentre Ursino è stato il migliore a cogliere il terzo posto di categoria tra gli open.

In gran spolvero anche Massimo Folcarelli (Drake Team-Nw Sport) leader della fascia amatoriale 1 e terzo alle spalle dei due open De Nicola e Capponi (partiti poco prima di lui). Nonostante una foratura ad inizio gara per Folcarelli senior, Fabrizio Trovarelli (Due Ponti Bike Lab) e Paolo Russo (Cycling Sport Nola, M1) sono finiti alle spalle del plurimedagliato del fuoristrada. Oltre a Folcarelli (master 3) e Trovarelli (master 1), vittorie di categoria ad appannaggio di Massimo Campaiola (Cubulteria Bike) tra gli élite sport e Vincenzo Della Rocca (Cubulteria Bike) tra i master 2.

Alla presenza di Fausto Scotti e Luigi Bielli (commissario tecnico e collaboratore della nazionale italiana di ciclocross), Michele Lavieri (presidente della commissione FCI ciclocross), Vincenzo Sileo (componente commissione strada FCI), Michele Carella (componente commissione fuoristrada FCI), Pietro Amelia (responsabile settore fuoristrada FCI Campania), Michele De Simone (delegato provinciale Coni Caserta), Massimo Salerno (vice presidente FCI Campania), Antonio Giordano (presidente provinciale FCI Caserta) e Franco Verrone (presidente provinciale FCI Napoli), alla base della riuscita della manifestazione c’è stato il notevole impegno da parte del giovane sodalizio della Mtb Caserta di Sandro Iovanella accompagnato dall’entusiasmo dei partecipanti, sfidando il brutto tempo, in una delle location di gara più suggestive in assoluto sul territorio campano e nazionale.

IL CALENDARIO 2015-2016 TROFEO DEI TRE MARI

18 ottobre Viggiano (Potenza)

8 novembre Foggia

15 novembre San Salvatore Telesino (Benevento) campionato regionale FCI Campania

22 novembre Pezze Di Greco (Brindisi) campionato regionale FCI Puglia

29 novembre Bisceglie (Bat)

8 dicembre Belvedere Marittimo (Cosenza)

20 dicembre Corato (Bari)

27 dicembre Metaponto (Matera) campionato regionale FCI Basilicata (28 dicembre Coppa Italia Giovanile esordienti-allievi, manifestazione fuori classifica del Trofeo)

3 gennaio Foggia

24 gennaio Palma Campania (Napoli) finale trofeo 

Fonte Luca Alò

  • Giornalista pubblicista dal 2004. Direttore responsabile della testata Sport Communities per i siti outdoorpassion.it runningpassion.it snowpassion.it mtbpassion.it dal 2009 al 2015. Proprietario, responsabile editoriale e autore di outdoorpassion.it, runningpassion.it, snowpassion.it, bici.tv dal 2016. Collaboratore della rivista SNOWBOARDER MAGAZINE dal 1996 al 1999 per la realizzazione di articoli sul backcountry, cioè snowboard­alpinismo. Collaboratore della rivista ON BOARD nel 2000 per realizzazione di articoli sul backcountry Responsabile tecnico della rivista BACKCOUNTRY nel 2001. Responsabile tecnico della rivista MONTAGNARD dal 2002, Giornalista Pubblicista dal 2004 Autore, Responsabile Tecnico e Proprietario della rivista MONTAGNARD FREE PRESS dal 2004 al 2006. Collaboratore della rivista MADE FOR SPORT (DOGMA srl) nel 2006. Collaboratore della rivista ALP da 2007 al 2010. Collaboratore del sito www.snowboardplanet.it nel 2007. Facebook: Giancarlo Costa



Può interessarti