Assietta Legend: il colombiano Leonardo Paez bissa il successo dello scorso anno, Annabella Stropparo prima donna

Di GIANCARLO COSTA ,

L'arrivo di Leonardo Paez all'Assietta Legend (foto organizzazione)
L'arrivo di Leonardo Paez all'Assietta Legend (foto organizzazione)

Assietta Legend: doppia firma di Leo Paez (team I.dro Drain Bianchi) sui sentieri dove sono state scritte pagine epiche del ciclismo, reduce dal terzo gradino del podio mondiale, bissa il successo dello scorso anno.

E’ il condor ad aggiudicarsi l’Assietta Legend 2015. In una giornata splendida che ha regalato a tutti i bikers i panorami mozzafiato dell’alta Valle di Susa e Chisone. Leo ha quindi bissato il successo dello scorso anno imponendosi su Diego Arias Cuervo (Reparto Sport Leecougan). Sul gradino più basso del podio invece, lo sfortunato compagno di squadra Tony Longo rimasto attardato da una foratura. Un podio prevalentemente di atleti Colombiani, abituati a gareggiare ad alte quote, sulle vette dove osano solo le aquile dell’Assietta Legend, lassù a 2.750 m slm in “cima al mondo”.

Grande prestazione anche per Cristiano Salerno (Bora Argon 18) quarto e primo pro, che per un giorno ha lasciato le ruote fini per cimentarsi nel fuoristrada. In realtà Cristiano è tornato al primo amore, poiché è ciclisticamente nato sulle ruote artigliate. Invece, una buona gara per Fabio Felline, alle prese con nuove sensazioni ed un percorso d’alta montagna che ha messo alla prova le sue doti di grande atleta. Una gara di preparazione dunque per le prossime sfide con il Trek Factory Racing team.

Tra le donne s’impone Annabella Stropparo (team Amici di Annabella) senza troppe palpitazioni. La campione Vicentina ma Lecchese d’adozione ha imposto alla gara la sua infinita classe giungendo al traguardo in 33ma posizione assoluta lasciando alla sue spalle Valentina Frasisti (team Ghost), giovane promessa della mountain bike rosa. Terza l’enfan-du-pais Francesca “cece” Bugnone (team Pinarello Controltech), finalmente ritornata ai livelli che le competono.

Nel percorso granfondo Assietta Bike s’impone Davide Ciocca (scuola mtb lago Maggiore) su Daniele Pollone (team Giai), primo dei Piemontesi, pochissimi al via a dire il vero, ed uno Junior da tenere d’occhio: Salomon Ayub (team Dorhmann Racing), Argentino con un futuro certamente importante davanti.

Tra le donne la vincitrice è Nicoletta Meli (team Scott) su Nicoletta Ferrero (team Roero Speed Bike) e Valentina Picca (Alpina Bikecafè), di casa su questi sentieri.

Prossima edizione a Sestriere il 3 luglio 2016!

Tutte le info su www.assiettalegend.it

Fonte organizzazione

  • Giornalista pubblicista dal 2004. Direttore responsabile della testata Sport Communities per i siti outdoorpassion.it runningpassion.it snowpassion.it mtbpassion.it dal 2009 al 2015. Proprietario, responsabile editoriale e autore di outdoorpassion.it, runningpassion.it, snowpassion.it, bici.tv dal 2016. Collaboratore della rivista SNOWBOARDER MAGAZINE dal 1996 al 1999 per la realizzazione di articoli sul backcountry, cioè snowboard­alpinismo. Collaboratore della rivista ON BOARD nel 2000 per realizzazione di articoli sul backcountry Responsabile tecnico della rivista BACKCOUNTRY nel 2001. Responsabile tecnico della rivista MONTAGNARD dal 2002, Giornalista Pubblicista dal 2004 Autore, Responsabile Tecnico e Proprietario della rivista MONTAGNARD FREE PRESS dal 2004 al 2006. Collaboratore della rivista MADE FOR SPORT (DOGMA srl) nel 2006. Collaboratore della rivista ALP da 2007 al 2010. Collaboratore del sito www.snowboardplanet.it nel 2007. Facebook: Giancarlo Costa



Può interessarti