Assegnati a Champoluc (AO) i titoli italiani di Downhill 2014; i più veloci sono stati Johannes Von Klebelsberg e Alia Marcellini

Di GIANCARLO COSTA ,

Campionati Italiani di Downhill a Champoluc (foto Carlo Marchisio)
Campionati Italiani di Downhill a Champoluc (foto Carlo Marchisio)

La splendida località della Val d'Ayas ha ospitato un'edizione molto impegnativa del massimo evento nazionale di DH, grazie a un tracciato selettivo e alle condizioni meteo poco favorevoli, che hanno portato pioggia alternata a qualche breve schiarita, per tutta la durata della manche finale. Tali presupposti hanno acceso una sfida intensa in ciascuna categoria, nelle quali tutti i rider si sono dati battaglia alla conquista della maglia tricolore. Con una run impeccabile è Johannes Von Klebelsberg (ASC Tiroler Radler Bozen) a laurearsi Campione Italiano Downhill 2014. Grazie al tempo strabiliante di 2’57”76, il giovane talento altoatesino è l'unico ad abbattere il muro dei 3 minuti.

Al secondo posto della classifica assoluta si piazza Alan Beggin (360Degrees), a 5”54 secondi di distacco dal miglior tempo, mentre in terza posizione sale Francesco Petrucci (Team Cingolani).

Marco Milivinti purtroppo è rimasto escluso dalla corsa al titolo a causa di un rallentamento durante la sua manche finale, dovuto a una segnalazione non ufficiale, in quanto non proveniente da un marshall. Dopo una lunga valutazione i giudici di gara non hanno concesso a Marco di ripetere la prova.

Il tempo di Alan Beggin, oltre al secondo posto nella classifica assoluta, gli vale anche il titolo di Campione Italiano Elite, davanti a Francesco Petrucci e ad Andrea Gamenara (Ancillotti Doganaccia).

Johannes conquista anche il titolo di Campione Italiano Under23, staccando di quasi 10 secondi l'inseguitore Gianluca Vernassa (Devinci Global Racing) e di quasi 18 secondi il terzo classificato Francesco Colombo (Team Airoh-Axo-SantaCruz).

Il Campione Italiano Juniores è Loris Revelli (Argentina Bike), con un tempo che gli vale la sesta posizione della classifica assoluta. Tra i giovani Allievi il Campione Italiano è Federico Monzoni (Smile Bike), che stacca di soli 24 centesimi di secondo Andrea Bianciotto (Sestriere Bike Club), entrambi con un tempo da top ten assoluta, nonostante la giovane età. Il vincitore nella categoria Esordienti è Giacomo Masiero (3 Stars).

Nella Open Femminile è dominio di Alia Marcellini (Lee Cougan Dirty Factory), che si conferma Campionessa Italiana per la quarta volta. La giovanissima Lelia Tasso (Bikers Petosino) conquista il titolo nella categoria Giovanile Femminile, mentre nella Amatori Donne è Sara Mologni (Team Scout NukeProof) a vestire la maglia tricolore.

Le manche finali delle categorie Amatori Uomini sono state molto combattute, risultando particolarmente entusiasmanti per il pubblico presente.

Il vincitore della classifica assoluta, nonchè Campione Italiano della categoria Master 1, è Manuel Dal Pozzo (Team Scout NukeProof). Nella categoria Elite Sport il tempo migliore è di Enrico Fucci (Tartana Bike), mentre nella categoria Master 2 si conferma Campione Italiano Paolo Alleva (Team Scout NukeProof).

La lunga fila di titoli italiani vinti dall team Scout NukeProof prosegue nella categoria Master 3 con Oscar Colombo e nei Master 5 con Gian Paolo Mazzoni, mentre il titolo di Campione Italiano Master 4 va a Danilo Piergiovanni (Bike Center Cimone) e il titolo di Master 6 a Giovanni Bresciano (Team Il Ciclista OffRoad).

Un grande saluto da parte di tutto il movimento italiano della DH va a Lorenzo Suding, Campione Italiano uscente, che a causa di un brutto incidente stradale non ha potuto partecipare ai Campionati Italiani di Champoluc per difendere il titolo. Anche l'altro favorito, Simone Medici, non ha potuto prendere parte alla gara a causa dell'infortunio subìto in Val di Sole, che lo terrà distante dalle competizioni ancora per qualche tempo. Vi aspettiamo ragazzi, a presto!

Il prossimo immancabile appuntamento con la DH nazionale è il 26-27 Luglio a Fai della Paganella (TN) per il quarto round del Circuito Nazionale Gravitalia.

Fonte federciclismo.it

  • Giornalista pubblicista dal 2004. Direttore responsabile della testata Sport Communities per i siti outdoorpassion.it runningpassion.it snowpassion.it mtbpassion.it dal 2009 al 2015. Proprietario, responsabile editoriale e autore di outdoorpassion.it, runningpassion.it, snowpassion.it, bici.tv dal 2016. Collaboratore della rivista SNOWBOARDER MAGAZINE dal 1996 al 1999 per la realizzazione di articoli sul backcountry, cioè snowboard­alpinismo. Collaboratore della rivista ON BOARD nel 2000 per realizzazione di articoli sul backcountry Responsabile tecnico della rivista BACKCOUNTRY nel 2001. Responsabile tecnico della rivista MONTAGNARD dal 2002, Giornalista Pubblicista dal 2004 Autore, Responsabile Tecnico e Proprietario della rivista MONTAGNARD FREE PRESS dal 2004 al 2006. Collaboratore della rivista MADE FOR SPORT (DOGMA srl) nel 2006. Collaboratore della rivista ALP da 2007 al 2010. Collaboratore del sito www.snowboardplanet.it nel 2007. Facebook: Giancarlo Costa



Può interessarti