Arriva dalla Colombia, la prima maglia gialla del Giro della Valle d’Aosta 2014: Diego Ochoa

Di GIANCARLO COSTA ,

Davide Martinelli (foto girovalledaosta.it)
Davide Martinelli (foto girovalledaosta.it)

Si chiama Diego Ochoa, ha 21 anni, e oggi ha ieri a Valgrisenche il prologo del Petit Tour numero 51.

Il ragazzo della 4-72 Colombia è stato l’unico ad abbattere il muro dei 9 minuti (8’59”63) sui 5,1 km del prologo della corsa: lanciato nel primo gruppo che ha preso il via da Planaval di Arvier, Ochoa ha corso la parte finale della sua gara sotto la pioggia, ma nonostante l’acqua ha chiuso con il miglior tempo con 34 km/h di media.

Al secondo posto uno dei favoriti del Giro, l’americano Taylor Eisenhart della Bmc, che paga 1”10 dal vincitore.

Terzo il campione italiano a cronometro Davide Martinelli – figlio del direttore sportivo dell’Astana impegnata al Tour de France Giuseppe Martinelli – che paga 5”53 dal vincitore.

Quarto il norvegese Oskar Svendsen, quinto il russo Alexandr Foliforov, già quinto un anno fa nella generale del Giro della Valle d’Aosta.

Le dichiarazioni del vincitore

Diego Ochoa ha vinto il prologo del Petit Tour e – di conseguenza – vestirà nella prima tappa in linea del Giro la maglia gialla Valle d’Aosta di leader della corsa.

“Sapevo di avere una buona condizione oggi, non credevo di riuscire a prendere la maglia però. Spero domani di riuscire a difendere il primato, ma non voglio pensare troppo a lunga distanza: vedremo giorno per giorno quello che succederà.”

Ochoa sarà supportato dalla sua squadra, che è riuscita a piazzare tre corridori nei primi dieci.

Fonte girovalledaosta.it

  • Giornalista pubblicista dal 2004. Direttore responsabile della testata Sport Communities per i siti outdoorpassion.it runningpassion.it snowpassion.it mtbpassion.it dal 2009 al 2015. Proprietario, responsabile editoriale e autore di outdoorpassion.it, runningpassion.it, snowpassion.it, bici.tv dal 2016. Collaboratore della rivista SNOWBOARDER MAGAZINE dal 1996 al 1999 per la realizzazione di articoli sul backcountry, cioè snowboard­alpinismo. Collaboratore della rivista ON BOARD nel 2000 per realizzazione di articoli sul backcountry Responsabile tecnico della rivista BACKCOUNTRY nel 2001. Responsabile tecnico della rivista MONTAGNARD dal 2002, Giornalista Pubblicista dal 2004 Autore, Responsabile Tecnico e Proprietario della rivista MONTAGNARD FREE PRESS dal 2004 al 2006. Collaboratore della rivista MADE FOR SPORT (DOGMA srl) nel 2006. Collaboratore della rivista ALP da 2007 al 2010. Collaboratore del sito www.snowboardplanet.it nel 2007. Facebook: Giancarlo Costa



Può interessarti