Appennino Bike Tour: in bici attraverso 296 Comuni e 25 parchi naturali

Di GIANCARLO COSTA ,

Percorso Appennino Bike Tour
Percorso Appennino Bike Tour

Quarantadue tappe, dalla Liguria alla Sicilia, attraverso 296 Comuni, 25 parchi naturali per promuovere uno sviluppo sostenibile del territorio e rilanciare il patrimonio ambientale dell'Appennino. Questo è 'Appennino Bike Tour' presentato a Bologna, nell'ambito di #ALL4THEGREEN, un palinsesto di eventi che hanno accompagnato il G7 Ambiente di Bologna
L'Appennino Bike Tour, la più grande pedalata ecologica d'Italia con staffetta istituzionale dei Sindaci che porteranno il drappo tricolore da municipio a municipio lungo tutta la dorsale appenninica unendo l'Italia da Nord a Sud con l'obiettivo di promuovere uno sviluppo sostenibile del territorio e rilanciarne il patrimonio ambientale.

Il progetto
Presentato a Bologna nell'ambito di #ALL4THEGREEN, un palinsesto di eventi che hanno accompagnato il G7 Ambiente dal 5 al 12 giugno scorsi, partirà il 15 luglio da Altare in Provincia di Savona, e dunque dall'Appennino ligure, e terminerà il 25 agosto ad Alia, in provincia di Palermo. Un Giro d'Italia lungo più di 2600 chilometri che attraverserà 14 regioni e 25 parchi nazionali e regionali, molti dei quali, insieme a rappresentanti di Istituzioni, Associazioni e soggetti coinvolti nell'organizzazione del Giro, sottoscrittori di un Patto di Amicizia per uno sviluppo sostenibile dell'Appennino, firmato – per il Piemonte - dal presidente dell'Ente parco dell'Appennino piemontese , Dino Bianchi. "In queste occasioni è importante esserci, per riuscire a fare sistema con le altre istituzioni territoriali e veicolare un'idea di parco che vada oltre la tutela della biodiversità, per una larga diffusione del concetto di sviluppo sostenibile e per aiutare l'Appennino a scongiurare quell'abbandono che - anche in Piemonte - spesso vediamo accadere sulle nostre montagne, Alpi e non solo", ha detto il presidente.
La staffetta istituzionale con il passaggio del drappo tricolore tra i rappresentanti dei 296 Comuni attraversati sarà coordinata del team di Vivi Appennino e potranno liberamente unirsi al Giro con la propria bicicletta (mtb, e-bike, bici da corsa) associazioni, pro-loco, gruppi sportivi, ciclisti professionisti ed amatoriali.

Il percorso, attarversando i parchi
Un viaggio su pedali che toccherà quelle aree protette caratterizzate da un alto grado di naturalità, da un forte valore paesaggistico e spesso da specifiche tradizioni culturali. Partendo da Nord, tra Liguria e Piemonte, saranno toccati i Parchi Regionali Beigua, Capanne di Marcarolo e dell'Antola. In Emilia-Romagna e Toscana i Parchi Regionali dei Cento Laghi, Sassi di Roccamalatina, Corno alle Scale, Laghi Suviana e Brasimone e dei Parchi Nazionali Appennino Tosco-Emiliano, Foreste Casentinesi, Monte Falterona, Campigna. Si passa poi tra Lazio, Umbria, Marche e Abruzzo dove vengono toccati i Parchi Nazionali del Gran Sasso e Monti della Laga, Monti Sibillini, Majella ed i Parchi Regionali Colfiorito, Monte Subasio e Sirente-Velino. Tra Basilicata e Calabria ci si immerge tra il Parchi Nazionali dell'Appennino Lucano, Val d'Agri-Lagonegrese, Pollino, Sila, Aspromonte ed i Parchi Regionali Gallipoli Cognato e Piccole Dolomiti Lucane, delle Serre. Il ciclo-viaggio si conclude in Sicilia tra i Parchi Regionali dei Nebrodi, Fluviale dell'Alcantara, delle Madonie e dell'Etna.

Un aiuto per i territori colpiti dal sisma
Appennino Bike Tour vorrebbe promuovere tutte le aree dell'Appennino con iniziative turistiche eco-sostenibili e portare alla scoperta dei territori montani per fare conoscere e valorizzare le eccellenze di questi luoghi, importanti per la loro ricchezza paesaggistica e culturale, per le loro tradizioni, ma anche per essere centri di sviluppo economico e commerciale rilevanti con un forte valore aggregativo e di presidio territoriale.
"Promuovere l'ambiente vuol dire anche averne cura nel caso si presentino situazioni di fragilità. Per questo, le iniziative organizzate in occasione di questo tour serviranno anche a dare sostegno alle popolazioni del centro Italia colpite dal sisma", ha spiegato Giancarlo Tonelli, direttore Confcommercio Ascom Bologna, associazione promotrice dell'iniziativa insieme a Ministero dell'Ambiente, Confcommercio, Appennino Bell'Ambiente, Vivi Appennino con il sostegno di numerosi soggetti privati, tra cui la Mitsubishi che metterà a disposizione per l'occasione l'ammiraglia OutlanderPHEV, il primo veicolo ibrido plug-in a trazione integrale permanente con due unità elettriche che può ricaricarsi da solo, quando è in movimento ma anche da fermo o con presa elettrica e FIVE, Fabbrica Italiana Veicoli Elettrici,.che metterà a dispozione dei Sindaci che saliranno in sella, bici a pedalata assistita.

Per saperne di più: http://appenninobiketour.com/

Fonte Piemonte Parchi

  • Giornalista pubblicista dal 2004. Direttore responsabile della testata Sport Communities per i siti outdoorpassion.it runningpassion.it snowpassion.it mtbpassion.it dal 2009 al 2015. Proprietario, responsabile editoriale e autore di outdoorpassion.it, runningpassion.it, snowpassion.it, bici.tv dal 2016. Collaboratore della rivista SNOWBOARDER MAGAZINE dal 1996 al 1999 per la realizzazione di articoli sul backcountry, cioè snowboard­alpinismo. Collaboratore della rivista ON BOARD nel 2000 per realizzazione di articoli sul backcountry Responsabile tecnico della rivista BACKCOUNTRY nel 2001. Responsabile tecnico della rivista MONTAGNARD dal 2002, Giornalista Pubblicista dal 2004 Autore, Responsabile Tecnico e Proprietario della rivista MONTAGNARD FREE PRESS dal 2004 al 2006. Collaboratore della rivista MADE FOR SPORT (DOGMA srl) nel 2006. Collaboratore della rivista ALP da 2007 al 2010. Collaboratore del sito www.snowboardplanet.it nel 2007. Facebook: Giancarlo Costa

Commenta l'articolo su Twitter...

Può interessarti