Alta Valtellina Bike Marathon: vittorie della tedesca Nadine Rieder e Francesco Failli | Bici.tv

Alta Valtellina Bike Marathon: vittorie della tedesca Nadine Rieder e Francesco Failli

Di GIANCARLO COSTA ,

Nadine Rieder vincitrice Alta Valtellina Bike Marathon (foto organizzazione)
Nadine Rieder vincitrice Alta Valtellina Bike Marathon (foto organizzazione)

2800 atleti si sono sfidati sui tracciati e sulle salite del comprensorio di Bormio, in Valtellina. Il clou dell’Alta Valtellina Bike Marathon, alla sua decima edizione, è stato, ancora una volta, il percorso Marathon con i suoi 100 km e un dislivello di 3.260 metri. Nella categoria femminile, Nadine Rieder, atleta professionista, è salita sul gradino più alto del podio, concludendo la gara in poco più di 5 ore e 26 minuti, precedendo di circa 8 minuti la seconda classificata Maria Cristina Nisi.
Sia che avessero scelto il percorso Marathon, il Classic (44 km), l’Endurance (76 chilometri) o la E-bike Experience, migliaia di ciclisti si sono iscritti all’Alta Valtellina Bike Marathon – sold out già a febbraio - e non vedevano l’ora di scendere in pista.

In una splendida giornata estiva, i partecipanti hanno finalmente potuto pedalare tra paesaggi mozzafiato, laghetti alpini dai colori incredibili e tre dei passi di montagna più pittoreschi della regione. Per gli iscritti al percorso Marathon, con partenza alle 7.30 di sabato 28 luglio, un apripista d’eccezione: Mike "The Bike" Kluge - fondatore di Focus Bikes.
Alla linea di partenza anche Nadine Rieder, testimonial ufficiale di Bormio. Ormai lei conosce la zona e gran parte dei suoi sentieri come le sue tasche. Anche se la sua disciplina è l’Olympic Cross-Country, l'Alta Valtellina Bike Marathon è uno di quegli eventi imperdibili per i biker.

"L'atmosfera e l'organizzazione sono perfette e, per me, è sempre un’avventura inserire gare su lunga distanza nel mio calendario stagionale. Il paesaggio e il percorso di questo evento sono particolarmente belli ed è incredibile poter passare tanto tempo in bicicletta: 5h26m sono tante ma alla fine ne è valsa la pena".
Non avendo potuto partecipare all'edizione dello scorso anno a causa di un infortunio, Nadine non voleva perdersi la decima edizione. Tuttavia, la rottura della clavicola a inizio stagione ha messo a rischio la sua partecipazione ma Nadine è riuscita a recuperare in tempi record. Non aveva aspettative particolari per la gara: non essendosi potuta allenare come voleva a causa dell’infortunio, in questi mesi si è concentrata maggiormente sul cross country a discapito di percorsi endurace più lunghi ed impegnativi.
“Mi sono presentata sulla linea di partenza con un sacco di cibo in tasca. Il mio unico obiettivo era raggiungere un ritmo costante in modo da "sopravvivere" a una distanza così lunga. Dopo la prima salita verso i laghi di Cancano mi sono ritrovata già in 2^ posizione e poi, durante la prima lunga discesa verso Livigno, sono riuscita a sorpassare la concorrente in prima posizione. Sono stata un po' sorpresa da me stessa: è stata una sensazione incredibile essere davanti a tutte per più della metà della gara. Tutti gli spettatori intorno a me gridavano "prima donna" e questo mi ha dato sicuramente tanta forza. Vincere la gara mi ha dato una sensazione talmente bella che sono ancora senza parole".
Nadine ha trionfato nella categoria femminile con il tempo di 5h26’18”, seguita da Maria Cristina Nisi 2a e Costanza Fasolis 3a.

Il percorso Marathon maschile è stato dominato da Francesco Failli con 4h31’8” che ha vinto in volata su Samuele Porro. Sul terzo gradino del podio, Cristiano Salerno.
Il percorso Marathon si sviluppa nel Parco Nazionale dello Stelvio, superando le torri di Fraele e i laghi di Cancano fino al Passo Trela (2.300 metri), il Passo Alpisella (2.350 metri) e il lago di Livigno. Il tracciato prevede anche il passaggio alle Bocchette di Trela (2350 m) e, attraverso la Val Vezzola, la Val Viola e la Val Verva, fino all'Alpe Boron (2057 metri) e all'Alpe Prei (2.210 m).
L'ultimo tratto del percorso, prevalentemente in discesa, offre splendide viste panoramiche sulle vallate circostanti, prima di arrivare al traguardo di Isolaccia, a Valdidentro.
L’Alta Valtellina Bike Marathon ha preso il via con le Bike Experience giovedì e venerdì, oltre alla Marathon Kids di domenica. Più di 300 volontari si sono adoperati per dare vita all’evento, la terza manifestazione italiana di MTB dopo Hero e Dolomiti Superbike.

Appassionati di MTB, segnatevi questa data: l’appuntamento con l’11^ edizione dell’Alta Valtellina Bike Marathon sarà sabato 27 luglio 2019!

Fonte rasoulution GmbH

  • Giornalista pubblicista dal 2004. Direttore responsabile della testata Sport Communities per i siti outdoorpassion.it runningpassion.it snowpassion.it mtbpassion.it dal 2009 al 2015. Proprietario, responsabile editoriale e autore di outdoorpassion.it, runningpassion.it, snowpassion.it, bici.tv dal 2016. Collaboratore della rivista SNOWBOARDER MAGAZINE dal 1996 al 1999 per la realizzazione di articoli sul backcountry, cioè snowboard­alpinismo. Collaboratore della rivista ON BOARD nel 2000 per realizzazione di articoli sul backcountry Responsabile tecnico della rivista BACKCOUNTRY nel 2001. Responsabile tecnico della rivista MONTAGNARD dal 2002, Giornalista Pubblicista dal 2004 Autore, Responsabile Tecnico e Proprietario della rivista MONTAGNARD FREE PRESS dal 2004 al 2006. Collaboratore della rivista MADE FOR SPORT (DOGMA srl) nel 2006. Collaboratore della rivista ALP da 2007 al 2010. Collaboratore del sito www.snowboardplanet.it nel 2007. Facebook: Giancarlo Costa

Commenta l'articolo su Twitter...

Può interessarti