24H Mtb Italian Challenge, conto alla rovescia per la prima uscita ufficiale

Di EMANUELE IANNARILLI ,

24H Mtb Italian Challenge
24H Mtb Italian Challenge

Di acqua sotto i ponti ne è passata tanta dallo scorso ottobre, quando la “Congrega dei sartori” ripartendo da quanto di buono fatto nelle edizioni passate della 24 Cup, decise di riunirsi e provare a ravvivare un movimento endurance italiano in calo negli ultimi anni. Facce storiche e facce nuove hanno provato con successo a confrontarsi per dare nuova verve alla rassegna a tappe endurance italiana. Idee e coinvolgimento e tanto lavoro di relazione per innaffiare nuovamente il germoglio che giace dentro ogni appassionato di mtb endurance ma che forse in qualcuno aveva perso un po’ di colore, un po’ di verde necessario affinché le ipotesi e le proposte avessero il meritato successo.

Il primo traguardo è stato sicuramente quello di portare nuovamente in pista due tappe importanti e geograficamente fondamentali in modo da rendere il circuito più nazionale possibile. Roma e Porticella hanno raccolto l’invito con favore valutando a fondo ma poi decidendo per essere della partita portando all’interno del Challenge calore dall’estremo sud e storia dalla città eterna.

Mesi di concertazione, mail, telefonate, comunicati, idee, costruzione, mai senza qualche ostacolo da oltrepassare ma sempre con la voglia di portare a compimento un buon lavoro e portare nuovamente interesse intorno al movimento ma soprattutto rispolverare l’animo endurance di tanti atleti che avevano anno dopo anno perso interesse verso la disciplina. Poi mattone dopo mattone è stata la volta del regolamento del Challenge, dei punteggi, degli scarti, poi dei premi, degli sponsor, delle promozioni per tenere sempre vivo l’interesse.

A 5 mesi di distanza ma soprattutto a poche ore dalla partenza ufficiale della 24 ore di Porticella si tirano le prime somme, le prime sensazioni anche se è ovviamente ancora presto per valutare un lavoro che si concluderà solo a settembre a Roma, nella Capitale che sancirà la conclusione del 24H Mtb Italian Challenge. Di lavoro da fare ce n’è ancora tanto, il tempo per chi si divide sempre fra lavoro e passione non è mai abbastanza ma con enormi sacrifici di tutti siamo certi che il successo arriverà. Le parole spese sono state tante, ora è il momento di lasciare spazio ai protagonisti, gli atleti che in Sicilia troveranno già alberi in fiore e temperature abbondantemente primaverili.

Ultime news che arrivano da Totò Giordano, protagonista della 24 Ore siciliana sono di un bellissimo tracciato in mezzo al verde e agli alberi in fiore. Percorso prevalentemente molto spazioso in maniera da permettere sorpassi e manovre sicure a tutti, dai singoli ai team. Non mancherà il consueto passaggio caratteristico dentro la stalla e attenzione alle mucche curiose…

Vi ricordiamo le date del circuito:

29/30 marzo 24 Ore di Porticella (Me)

26/27 aprile 24 Ore di Cremona

17/18 maggio 24 Ore di Stevenà (Pn)

30/31 maggio 24 Finale Ligure “Solo”

31 maggio 01 giugno 24 Finale Ligure “Team”

13/14 settembre 24 Ore di Roma

Non resta che augurare a tutti i biker un grandissimo in bocca al lupo ma anche agli organizzatori, attori e simpatizzanti che navigano intorno alla barca del 24H Mtb Italian Challenge che va spedita verso il primo approdo a Patti di sabato prossimo.

Di Emanuele Iannarilli (Uff. Stampa 24H Mtb Italian Challenge)

  • Appassionato di sport estremi in particolare Mtb, Surf, Snowboard. Ha collaborato con Pianetamtb.it per la stesura di articoli e report per le maggiori granfondo off-road italiane e gare a tappe internazionali. Responsabile comunicazione Challenge 24mtb 2013/2014. Atleta endurance con partecipazione a gare internazionali, marathon, granfondo, gare a tappe. Responsabile comunicazione di alcune granfondo nazionali e collaboratore per alcuni brand off-road per test materiali, prova nuova prodotti. Blogger e responsabile comunicazione Bike Action Team.



Può interessarti