20 anni di 24h of Finale

Di GIANCARLO COSTA ,

24H of Finale 2018 (foto organizzazione)
24H of Finale 2018 (foto organizzazione)

La 24 ore di Finale Ligure ha compiuto 20 anni nello scorso weekend. Migliaia di biker hanno partecipato alla kermesse dell’altipiano dell Manie, il tema di questa edizione era il vintage, sia nell’attrezzatura che nell’abbigliamento.

La 24h of Finale è partita con l’evento inaugurale della 6h VoltaAge, la manifestazione dedicata alle bici a pedalata assistita, purtroppo funestata dalla morte di un concorrente.
Partenza dalle Manie dei partecipanti Solo e Team2, seguiti dai Team 4/8/12 partiti da piazza di Spagna a Finalmarina.
Sin da subito i protagonisti si sono messi in luce iniziando a imporre un buon ritmo che mano a mano ha scremato i potenziali inseguitori. Il vincitore di giornata nella categoria Solo, Kai Saaler, ha iniziato la gara con ben tre forature che in poco tempo lo hanno relegato attorno alla quindicesima posizione. Giro dopo giro Kai ha risalito la classifica fino a trionfare nella più prestigiosa categoria, accumulando ben 25 giri per un totale di 300 chilometri. In seconda posizione chiude Mauro Ranieri con 24 giri, mentre terzo arriva Oliver Best che totalizza 21 giri.
Nella competizione a squadre vince il Team Marchisio, composto da otto elementi che complessivamente hanno totalizzato 35 giri e 420 chilometri. Secondi tra i team arriva il quartetto Haaans con 34 giri, mentre terzi arrivano i Team Rock Nationals (squadra da otto) che percorrono 33 giri.

Nella gara femminile Ausilia Vistarini vince la gara Solo con 18 giri e 216 km percorsi, distaccando di 1 giro la seconda classificata Eva Fuenfgeld e di 2 giri Linda Fabris, che chiude terza.
Nei team femminili con 26 giri e 312 km complessivi si aggiudica il gradino più alto del podio il team da quattro MTB Oppenau Powered By Volvo; seconde chiudono le otto STCTC Girls con 24 giri, mentre terze arrivano Le Ragazze Free Ride con 22 giri.

  • Giornalista pubblicista dal 2004. Direttore responsabile della testata Sport Communities per i siti outdoorpassion.it runningpassion.it snowpassion.it mtbpassion.it dal 2009 al 2015. Proprietario, responsabile editoriale e autore di outdoorpassion.it, runningpassion.it, snowpassion.it, bici.tv dal 2016. Collaboratore della rivista SNOWBOARDER MAGAZINE dal 1996 al 1999 per la realizzazione di articoli sul backcountry, cioè snowboard­alpinismo. Collaboratore della rivista ON BOARD nel 2000 per realizzazione di articoli sul backcountry Responsabile tecnico della rivista BACKCOUNTRY nel 2001. Responsabile tecnico della rivista MONTAGNARD dal 2002, Giornalista Pubblicista dal 2004 Autore, Responsabile Tecnico e Proprietario della rivista MONTAGNARD FREE PRESS dal 2004 al 2006. Collaboratore della rivista MADE FOR SPORT (DOGMA srl) nel 2006. Collaboratore della rivista ALP da 2007 al 2010. Collaboratore del sito www.snowboardplanet.it nel 2007. Facebook: Giancarlo Costa

Commenta l'articolo su Twitter...

Può interessarti