Articoli di Emanuele Zangarini

 

Curo le rubriche di ambiente, energia, della ciclabilità e della mobilità sostenibile di bici.tv e outdoorpassion.it. Seguo la parte tecnico-informatica di Outdoor Passion dal 2007 quando portava il nome di Sport Communities. Twitter: @emazangarini Facebook: emanuele.zangarini

Come funziona To.Bike, le bici gialle del bike sharing di Torino alla prova

Gli stalli vuoti, o pieni, sono un problema.

Dopo aver provato i servizi di free floating per due mesi ho provato l’alternativo servizio di bike sharing ToBike. La mia esperienza sulle bici gialle e qualche consiglio per affrontare i percorsi urbani e i misteriosi stalli.

Abbonamento

Il primo approccio all’abbonamento non ha dato i frutti sperati. Sapendo che l’abbonamento è caricabile sulla carta multiservizio Bip sono andato all’ufficio Gtt della stazione di Torino Porta Susa dove un’esterrefatta addetta mi ha rimbalzato ...

Continua a leggere

Strade insicure: FATE PRESTO!

Una Ghost Bike sul Lungotevere Maresciallo Cadorna. Foto: Catia Demonte.

La condizione dei trasporti in Italia è grave, eppure i trasporti sono finiti in secondo piano nella campagna elettorale appena conclusa. Ci sarebbe più di una ragione per farne il primo punto di un programma di governo, più di una data da ricordare.

Milano 25 gennaio 2018, un treno deraglia nei pressi di Pioltello, 3 morti e 46 feriti fra i pendolari a causa di un giunto guasto nei binari. Ancona 9 marzo 2017, un ponte in via di ...

Continua a leggere

Bike sharing: troppi danni, Gobee.bike lascia l'Italia (e l'Europa)

Gobee.bike lascia l'Italia. La foto di una bici verde con il logo dell'ape sotto la Mole quando il servizio era ancora attivo.

Giusto il tempo di provare il servizio di bike sharing free floating Gobee.bike ed ecco che con questo triste messaggio la società comunica a tutti i propri iscritti la chiusura del servizio e il rimborso del credito residuo e della cauzione.

Lo scorso autunno Gobee.bike ha iniziato la sua avventura in diverse città europee. Durante questo periodo le nostre bici hanno fornito un prezioso servizio a numerosi cittadini, rendendoci orgogliosi di un’attività che la nostra comunità ...

Continua a leggere

Regione Piemonte: 10 milioni di euro per i percorsi dei pendolari in bici

Le piste ciclabili di Torino hanno bisogno di essere curate ed estese.

La Regione Piemonte ha aperto un bando a copertura del 60% dei costi di realizzazione di piste e percorsi ciclabili sovra-comunali.

Il bando interessa la Città Metropolitana di Torino e le province piemontesi che potranno aggregarsi per la realizzazione di infrastrutture che colleghino i comuni alle fermate dei mezzi pubblici e alle stazioni ferroviarie per incentivare l’interscambio fra questi e la bicicletta che va sotto il nome di intermodalità.

Il bando segue due svolte annunciate per il ...

Continua a leggere

Recensione del servizio free floating di Torino: alla ricerca della pista perduta!

01 Porta Palatina a un passo dalla rastrelliera del bike sharing

Sono colorate e sparse per il centro delle città, affiancano le bici del bike sharing ma non serve un abbonamento, solo un cellulare e una carta di credito. Sono le bici dei servizi free floating. Le avete già provate? Fino ad oggi, io mai. Vi racconto la mia esperienza a Torino.

Mi sono iscritto a due dei tre servizi di bike sharing free floating disponibili a Torino da novembre 2017: GoBee Bike e oBike, tralasciando le rosse Mobike  che ...

Continua a leggere

E-bike made in Italy: nuovi modelli e innovazioni

LEAOS pressed e-bike, la bicicletta elettrica ultraleggera in alluminio.

Incremento più che doppio nelle vendite e offerta in continua crescita per l’e-bike in Italia fra il 2015 e il 2016.

Sebbene i dati per quest’anno non siano ancora disponibili è possibile che prosegua il trend che l’anno scorso ha fatto registrate un incremento del 120% nelle vendite in Italia. Offerta in rapida espansione e differenziazione, con eccellenze italiane.

BIKE+

Un esempio è la Zehus BIKE+ frutto di una ricerca di una startup italiana ...

Continua a leggere

Cargo bike elettriche, Oslo premiata per incentivi

Corriere in bicicletta, ad Oslo sperimentazione con le cargo bike. Foto: Liv Jorun Andenes (twitter).

La Cycling Embassy of Denmark ha premiato la città norvegese di Oslo per quanto fatto a favore della ciclabilità. Particolarmente apprezzato è stato l’incentivo all’acquisto di cargo bike a pedalata assistita. La premiazione è avvenuta a margine del convegno Velo-city 2017 nei Paesi Bassi.

Le cargo bike sono utilizzate da individui, corrieri e piccoli negozi per trasportare i prodotti o la spesa, in questo modo sostituendo i mezzi a motore. Per ridurre le auto in città la ...

Continua a leggere

In UK se vai in bici risparmi, in Italia sicurezza e incentivi fermi al Senato da 2 anni

A Belfast gli esercenti scontano la merce a pedoni e ciclisti per ridurre il traffico, l'inquinamento e aumentare le entrate dei negozi.

Dopo i recenti incidenti avvenuti a danno dei ciclisti FIAB sollecita il Parlamento ad approvare il disegno di legge n. 1638 sulla riforma del Codice della strada con la campagna #CodicediSicurezza.

I punti più importanti del disegno di legge per la ciclabilità e la mobilità dolce sarebbero la tutela di pedoni e ciclisti, l’introduzione di incentivi a muoversi in bici e a piedi, la creazione di infrastrutture urbane come parcheggi per le bici e il controllo della ...

Continua a leggere

Dimezzato il rischio di infarto e cancro se vai a lavoro in bici secondo uno studio dell’Università di Glasgow

Andare a lavoro in bici fa bene.

Uno studio pubblicato sul British Medical Journal il 20 aprile scorso evidenzia un calo del 46% nel rischio di infarto e del 45% nel rischio di cancro nei soggetti che usano la bicicletta per andare a lavoro.

Lo studio ha coinvolto 263.450 cittadini britannici dei quali 52% donne monitorati per 5 anni dai ricercatori dell’Istituto di scienze mediche e cardiovascolari e dell’Istituto della salute e del benessere dell’Università di Glasgow.

I soggetti sono stati ...

Continua a leggere

Parlamento Europeo vota per abolizione olio di palma per biodiesel: causa deforestazione

Olio di palma causa deforestazione, Parlamento UE verso abolizione per biodiesel.

Il Parlamento Europeo vota oggi la relazione per eliminare l’uso dell’olio di palma non sostenibile nei biocarburanti. L’olio di palma è importato da paesi in Asia, Africa e nelle Americhe sia per l’industria alimentare che per l’autotrazione.

In un rapporto della Commissione europea viene usata la sigla “ILUC” per indicare i problemi legati alla produzione di biodiesel dagli oli vegetali: Indirect Land Use Change, uso indiretto del suolo che potrebbe paradossalmente aumentare le emissioni ...

Continua a leggere